Abaterusso (Senso Civico – Un nuovo Ulivo per la Puglia): “Le ragioni di un’astensione”

10

ernesto abaterusso

Ecco le sue dichiarazioni

LECCE – “Oggi il Consiglio regionale ha discusso ed approvato la legge “Misure straordinarie per fronteggiare le conseguenze socio-economiche derivanti dalla pandemia Covid-19” proposta dai colleghi Amati, Blasi, Mennea, Pentassuglia, Colonna, Liviano D’Arcangelo e Longo che delega la Giunta regionale a concedere ai Comuni la somma di 10 milioni euro per una gestione più rapida ed efficiente dell’emergenza sanitaria.

Dopo un’attenta riflessione, ho deciso di astenermi, in linea con il gruppo Senso Civico – Un nuovo Ulivo per la Puglia, pur avendo inizialmente pensato ad un voto contrario.

L’ho fatto perché considero la Proposta di Legge inutile a risolvere alcuni dei problemi affrontati, soprattutto se si considera che:

1. il governo nazionale ha stanziato nel mese di marzo, in favore dei comuni, una somma pari a 400 milioni di euro;

2. il governo regionale ha stanziato subito dopo un’ulteriore somma di 11,5 milioni;

3. il governo nazionale ha già anticipato che nel decreto maggio la somma di 400 mln verrà integrata e ai comuni verrà devoluta una ulteriore somma una tantum pari a 3 mld a compensazione dei mancati introiti. Con quelle somme i comuni potranno ulteriormente intervenire in favore dei cittadini più disagiati. E non solo.

Inoltre, il governo nazionale, in attesa delle decisioni che saranno assunte in sede Ue che potrebbero destinare somme importanti alla lotta contro la pandemia e alla ripresa per lo sviluppo del Paese, ha già stanziato 750 mld di euro e il governo regionale ha impegnato, per gli stessi motivi, 450 mln. Nessuna categoria sociale, produttiva e professionale è dunque rimasta fuori dagli interventi dei governi nazionale e regionale.

Di fronte a questo quadro, la pdl approvata mi è sembrata quasi uno spot che peraltro non risolve alcuno dei problemi affrontati ed in più prosciuga per l’anno in corso tutti i fondi destinati alle nuove leggi, penso in primis a quella sulla Xylella che prevede contributi ai piccoli proprietari non aziende agricole (che nella sola provincia di Lecce sono circa 100 mila), con il risultato che queste e tanti altri provvedimenti in attesa di approvazione rimarranno lettera morta“. Lo afferma in una nota Ernesto Abaterusso, consigliere regionale Senso Civico – Un Nuovo Ulivo per la Puglia.