Home Sport Giochi del Mediterraneo di Taranto 2026, presentazione di vota la mascotte

Giochi del Mediterraneo di Taranto 2026, presentazione di vota la mascotte

31

giochi mediterrano 2026 tarantoTARANTO – Domani sabato 16 maggio,  alle ore 11.00 si terrà la videoconferenza stampa di presentazione di “Vota la mascotte dei Giochi del Mediterraneo di Taranto-2026”. Parteciperanno: il ministro per le Politiche Giovanili e per lo Sport, Vincenzo Spadafora, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il presidente del Coni Nazionale, Giovanni Malagò, il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci con l’assessore allo Sport e alla Cultura Fabiano Marti e il direttore generale dell’agenzia regionale Asset, Elio Sannicandro.

Il simbolo dei Giochi sarà scelto tra tre proposte che verranno presentate domani.

Ricordiamo che il 24/08/2019 la ventesima edizione nel 2026  dei Giochi del Mediterraneo, è stata assegnata  a Taranto. La scelta è stata fatta nel pomeriggio a Patrasso, in Grecia, dove si è riunita l’assemblea generale del Comitato internazionale Giochi del Mediterraneo. A favore di Taranto, c’è stato il voto unanime dei 26 Paesi mediterranei che costituiscono l’assemblea. I Giochi sono infatti sul modello delle Olimpiadi, nel senso che si svolgono con le stesse discipline sportive, comprese le paralimpiche. La specificità, da cui prendono anche il nome, è che gli atleti partecipanti vengono solo dai Paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

Il dossier presentato da Taranto ha riscosso ampio consenso per come è stato preparato e già nelle fasi preliminari aveva tolto dal campo la concorrenza. I Giochi si sono già svolti in Puglia: a Bari nel 1997. La diciannovesima edizione, nel 2021, si terrà ad Orano, in Algeria. La candidatura di Taranto è stata costruita dagli inizi dell’anno ed ha visto il sostegno di Governo, Coni oltreché Regione Puglia e Comune. Per la città non vuole essere solo un grande evento di sport ma soprattutto l’inizio di un nuovo percorso e anche di un nuovo racconto per una città sinora identificata solo con l’Ilva e i fenomeni di inquinamento.