Zero5 Castellana Grotte, Rodio e Romano: dalle giovanili in prima squadra

martina rodio e maria romano

I dettagli

GROTTE DI CASTELLANA (BA) – Notevolmente distintesi nei campionati giovanili, ma non solo, approdano in prima squadra altre due giovanissime atlete. Si tratta di Martina Rodio e Maria Romano, entrambe castellanesi, a dar manforte alla nuova Zero5 Castellana Grotte impegnata nel campionato nazionale di pallavolo femminile, serie B2, girone H.

Quasi completato l’organico a due settimane dal primo incontro ufficiale del nuovo gruppo, previsto per domenica 26. Palma Monitillo, Eva Di Bert, Flavia Kabunda, Adriana Kostadinova, Alessandra Recchia, Linda Di Carlo, Stefania Recchia, Ezia Salamida, Laura Loddo e Monica De Mitri, questo l’attuale gruppo delle atlete elencate in ordine di annuncio. Ancora il libero ed un’attaccante (saranno ufficializzate nei prossimi giorni) e si parte per il quarto anno consecutivo in B2. Un’annata che si preannuncia scoppiettante.

Ma torniamo alle due novità odierne, due ragazze che in campo ci mettono l’anima. Martina Rodio, 15 anni compiti a giugno, frequenta il liceo classico ed ha un obiettivo molto ben definito: laurea in medicina ed esercizio della professione medica. Scelta giusta, questa ragazza ispira e trasmette positività, ottimismo, gioia di vivere. Doti che consiglierebbero a chiunque di affidarsi alla futura dottoressa Rodio con fiducia e tranquillità. Ma come conciliare studi così impegnativi con la sua grande passione per il volley? “Veramente è da diverso tempo ormai che concilio le due cose. E’ certo però che non intendo abbandonare la pallavolo che per me è uno sfogo, una passione a cui non posso rinunciare. Quest’anno mi si offre una grande opportunità per la quale ringrazio moltissimo la società. Ho già esordito in B2, ma quest’anno è un’emozione diversa. Spero tanto che si costituisca un buon legame tra noi più piccole e le atlete più esperte. Il gruppo è fondamentale e noi ce la metteremo tutta“.

Maria Romano, anche lei solo 15 anni, ed anche lei sembra più matura rispetto alla sua giovane età. Non ha ancora deciso con certezza quale sarà la sua professione, ma certamente sarà nell’ambito della chimica. Poche parole, ma pronunciate con sicurezza, proprietà di linguaggio e ben incentrate sulla domanda. Esattamente come ha dimostrato di essere in campo: niente fronzoli, azioni rapide, decise e proficue.

Sono molto contenta per questa chiamata“, dichiara quest’atleta la cui famiglia ha dato tanto al volley ed allo sport in generale, ricordiamo tra tutti le atlete Licia, Katia ed Angela, “finora ho giocato solo nei campionati giovanili e quindi per me sarà un esordio assoluto. E’ un passo importante al quale tengo molto perchè allenarsi con ragazze che hanno esperienza fa crescere sia dal punto di vista umano che sportivo“.