Wake Up nel Consiglio di Zona di Confindustria Bari e Bat: “L’obiettivo è rilanciare l’immagine produttiva del nostro territorio”

wake up

In rappresentanza dell’agenzia di comunicazione nominato nel Consiglio direttivo Tommy Dibari

BARI – In Confindustria per rilanciare l’immagine produttiva di un territorio che ha fatto la storia nel settore della moda. E’ questo l’obiettivo di Wake Up, entrata nel Consiglio Direttivo del Consiglio di Zona di Confindustria Bari e Barletta-Andria-Trani, guidato dall’imprenditore calzaturiero Michele Piazzolla. A rappresentare l’agenzia sarà il direttore generale Tommy Dibari.

Il mio presidente, Fabio Mazzocca, è sempre stato vicino al mondo dell’associazionismo tra imprese“, sottolinea Dibari. “Siamo da anni in Assocomunicazione, che è un po’ la Confindustria delle imprese che si occupano appunto di marketing e pubblicità. Abbiamo anche ricoperto un ruolo apicale nel ranking dell’associazione. Ora siamo in Confindustria e ci è stata offerta subito una presenza nel consiglio di zona. Ne siamo orgogliosi e io, personalmente, sono orgoglioso del fatto che Fabio Mazzocca abbia indicato me per rappresentare l’agenzia. Abbiamo un grande lavoro da svolgere e sono felice di essermi ritrovato in un gruppo di persone con belle visioni e, soprattutto, con un gran voglia di lavorare. Da parte mia non potrò che offrire le mie competenze e quelle della Wake Up per tentare nel compito di rilanciare l’immagine di un tessuto imprenditoriale ferito da diverse brutte circostanze, dalla crisi del Tac al crollo di via Roma a Barletta, che ha fatto emergere con prepotenza il fenomeno del sommerso. Questo però è un territorio che ha ancora tante eccellenze nel settore della moda, aziende sane, che fanno della serietà, della tradizione, dell’innovazione e della qualità i loro punti cardine. E’ da queste realtà che bisogna ripartire per far comprendere che il nostro è un territorio che può ancora dare tanto all’economia della Puglia. I nostri imprenditori hanno faticato a superare la crisi, ma ora sono pronti a recuperare il terreno perso. E questa parte di Puglia ha condizioni ottimali per fare imprese. Dobbiamo crederci e dobbiamo affiancare le aziende che intendono investire sul nostro territorio“.

Sono certo che con il presidente Piazzolla, con i vicepresidenti Cappa e Vania e con i colleghi consiglieri Di Modugno, Leone, Nenna, Ricchiuti, Rizzi, Scarcelli e Vista sapremo offrire un buon contributo alla crescita della Bat“.