Trasporto braccianti, la Uila Puglia denuncia mancata sicurezza nei trasporti

56

schermata

Emergenza COVID-19 – Violazione delle Prescrizioni per il trasporto dei lavoratori agricoli

BARI – Con una missiva inviata a tutti i Prefetti della regione, all’Ispettorato Territoriale del Lavoro delle diverse Province, allo Spesal e al Governatore Mchele Emiliano, la Uila Puglia denuncia gravi mancanze nel rispetto delle prescrizioni relative ai decreti varati per contenere l’emergenza epidemiologica in atto e relative al trasporto dei lavoratori agricoli.

Il testo integrale della missiva a firma del Segretario Generale Uila Puglia, Pietro Buongiorno:

In questo momento di emergenza epidemiologica, il comparto agricolo è chiamato ad essere in prima linea per assicurare la continuità delle filiere produttive. Cogliendo con estremo favore l’abnegazione dei lavoratori agricoli, nostro malgrado, continuano a giungere alla scrivente numerose segnalazioni, da parte dei lavoratori e delle Nostre Strutture territoriali, riguardanti la violazione delle prescritte disposizioni nazionali e regionali in merito all’emergenza sanitaria in corso legata al COVID-19, durante il trasporto dei braccianti dai Comuni di Residenza nei luoghi di lavoro. Vi sono autobus che prelevano i lavoratori dai Comuni del Brindisino e del Tarantino, nello specifico San Michele Salentino, San Vito dei Normanni, Carovigno, Massafra, Palagiano e Mottola, per raggiungere il luogo di lavoro situato in altre province Pugliesi e nel metapontino.

Si segnala che il DPCM del 22 marzo 2020, all’art. 1 comma 3 prevede che le imprese che non sono sospese devono rispettare i contenuti del protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus covid-19 negli ambienti di lavoro sottoscritto il 14 marzo 2020 fra il Governo e le parti sociali.

Riconoscendo lo straordinario lavoro che le forze di Polizia stanno compiendo in questo momento delicato e difficile per tutto il nostro Paese, chiediamo un Vostro immediato interessamento atto a prevenire il perpetrarsi di tali fenomeni, al fine di continuare a mantenere attivo un settore strategico per le necessità dell’intera Nazione“.