TEDxPutignano, buona la prima: il resoconto della prima edizione in assoluto nella città del Carnevale

0

tedxputignano - matteo miluzio

7 storie, un racconto collettivo per riavvicinarsi alla bellezza e utilizzarla per creare un mondo più vivibile, rispettoso, giusto

PUTIGNANO (BA) – Lasciarsi guidare in nuovi mondi, mettersi in discussione, guardare la realtà da un nuovo punto di vista, dare vita alle proprie rivoluzioni gentili. È stato questo TEDxPutignano, l’evento internazionale che porta l’attenzione sulle esperienze innovative che possono cambiare il mondo, giunto per la prima volta a Putignano questo weekend.

Tornando a condividere la vita che accade nello stesso spazio, guardandosi negli occhi, sul palco allestito per l’occasione al laboratorio urbano I MAKE gli speaker hanno guidato il pubblico in un viaggio di ispirazione, di generazione di idee. Sul tema “la bellezza come atto di rivoluzione gentile”, le parole – in grado di generare nuova bellezza con il loro carico di emozioni e di significati – sono state le protagoniste.

«Con tutta la gioia e l’emozione di essere riusciti a portare questa bella occasione sul territorio – dichiara Alessandra Dalena, licensee e organizer TEDxPutignano – siamo già proiettati al futuro. C’è una bellissima rete di partner e di amici che si è creata e con i quali stiamo ragionando sullo sviluppo futuro di questo progetto. È stata un’occasione preziosa per il territorio. Siamo felici delle connessioni che si sono create e generate grazie a questo evento. Abbiamo realizzato un sogno». Il sogno di provare a cambiare la propria percezione del mondo, e a piccoli passi anche il mondo stesso, attraverso la forza delle idee e il valore ispiratore della parola. Il sogno di piantare e far germogliare il seme di quella rivoluzione gentile che può dare forma a un mondo più sano, rispettoso, etico.

7 le storie di bellezza ascoltate. Ad aprire il TEDxPutignano il contributo video della scrittrice, giornalista scientifica e autrice televisiva Alessandra Viola incentrato sulla natura. «Le piante sono un deposito naturale di bellezza. Circondano gli ambienti che viviamo però non abbiamo mai capito di quali straordinari essere viventi si tratti». E allora informiamoci, osserviamole, guardiamoci intorno e stupiamoci della meraviglia che ci offre il mondo vegetale.

A seguire, sul palco sono state raccontate storie di recupero e rigenerazione del territorio. «La bellezza dell’abbandono, dei luoghi dismessi, che possono tornare a vivere grazie al contributo delle comunità. Per me la bellezza – racconta Roberto Covolo, sociologo, imprenditore sociale e policy designer – è fare in modo che il nostro patrimonio abbandonato, sottoutilizzato, possa tornare a vivere». L’attivista e sindacalista Aboubakar Soumahoro ha coniugato la bellezza ai temi della giustizia sociale, della felicità, della non discriminazione. «La nostra felicità – racconta Soumahoro – non può manifestarsi senza la felicità altrui. Sono convinto che occorre posare il peso dell’io per abbracciare la stoica leggerezza del noi. Esaltare la bellezza dell’umano, dell’esistenza, liberarci dalle catene dell’indifferenza».

La bellezza è un mondo fatto da uomini e donne che parlano e si capiscono. «Un atto di rivoluzione gentile – racconta la scrittrice e regista Gianna Mazzini – è riscrivere le parole per legarle alla vita concreta e trasformare la realtà. Vivere in un ordine simbolico che non ci rappresenta significa vivere da ospiti. La realtà, come la lingua, non è data una volta per tutte; esiste per essere trasformata». E l’invito, per tutte le donne, è quello a vivere in presenza, a non mancare l’appuntamento con se stesse. La bellezza è anche un atto di coraggio. «È la capacità di entrare in relazione con le storie e le prospettive, provando ad allargarle» – ha detto il giornalista e videoreporter Saverio Tommasi, che sul palco del TEDxPutignano ha coniugato la bellezza anche al contrario. Perché è quel contrario, quell’opposto, quell’unicità che contiene la bellezza. «Moltiplicate la bellezza della vita, che per sconfiggere le genti brutte serve allargare la prospettiva includendo anche quella degli altri».

«Forse la bellezza – racconta Mara Bragaglia artigiana, orafa ed esperta di gioielleria etica sostenibile – è quello che più assomiglia alla meraviglia, allo stupore degli antichi greci, qualcosa in grado di rapirci, in grado di cambiare il nostro modo di stare nel mondo. Voglio provare a dire che sì, forse, “la bellezza salverà il mondo”, ma ad una condizione: che essa stessa venga prima salvata dal mondo. Imparando a riconoscerla e condividendola».

«La bellezza – conclude l’astronomo e divulgatore scientifico Matteo Miluzio – è insita nel messaggio. In astronomia sarebbe semplice parlare di questo concetto con la quantità infinita di immagini astronomiche che abbiamo, ma la bellezza non è solo una questione meramente estetica» e il suo speech al TEDxPutignano è un vero e proprio «viaggio descritto tramite la bellezza delle immagini e, soprattutto, tramite la profondità del messaggio che queste immagini sono in grado di trasmettere». Andare nello spazio ci ha fatto capire quanto il nostro pianeta sia piccolo, fragile, solo. Ma da lassù, nella sua minuscola fragilità, la Terra è bellissima, senza barriere né confini, è la casa della quale dobbiamo prenderci cura. Nel nome dell’unica razza a cui davvero apparteniamo, quella umana.

TEDxPutignano è stato patrocinato da Regione Puglia – Assessorato al Turismo e Cultura, Comune di Putignano, Politecnico di Bari, Tecnopolis PST, Fondazione Carnevale di Putignano. Partner dell’evento Ubuntu – Autoproduzioni Culturali, I MAKE, Marker ADV, Five Up, BCC Putignano, NaturaSì/La Biottega Benefit, Arrigoni srl, CMG srl, PuroBIO cosmetics, Master Italy.