Taranto, sharing mobility: servizi per l’utilizzo dei mezzi nel territorio urbano

22

TARANTO – Con la delibera approvata nella seduta di giovedì, la giunta Melucci ha tracciato le linee di indirizzo per l’avviso pubblico che individuerà operatori interessati a offrire nel territorio cittadino, in via sperimentale, servizi di mobilità alternativa.

Biciclette elettriche e mezzi innovativi a propulsione elettrica come i monopattini (quelli ammessi all’uso sul territorio del Comune di Taranto), sono il focus di questo provvedimento che mira a garantire a Taranto i cosiddetti servizi di sharing mobility nella modalità del free floating, il flusso libero che consente di prendere e lasciare i mezzi ovunque nel territorio urbano.

Questo progetto di sharing mobility è destinato a integrarsi in maniera efficace con il trasporto pubblico locale, risolvendo diverse problematiche. «Può essere una soluzione per il traffico che si sviluppa durante i grandi eventi – ha spiegato il sindaco Rinaldo Melucci –, considerando che Taranto ne ospiterà diversi nei prossimi anni. Ma è anche una modalità di trasporto che va incontro alle esigenze dei turisti che arrivano in città. Si tratta di un elemento importante per modernizzare la mobilità cittadina e già in primavera avremo una nuova flotta di mezzi di trasporto sostenibile».

«L’avviso pubblico – ha spiegato l’assessore alla Sviluppo economico Fabrizio Manzulli – darà la possibilità alle aziende del settore di manifestare il proprio interesse per operare in città, mentre una commissione tecnica valuterà le proposte per verificarne l’ottemperanza ai requisiti previsti. Il servizio sarà senza oneri per il Comune».