Taranto, Palazzo di Città: confronto fra l’onorevole Fioramonti e Melucci

0

TARANTO – Importante confronto nella suggestiva cornice del Salone degli Specchi di Palazzo di Città a Taranto, tra l’economista, accademico e parlamentare Lorenzo Fioramonti, già Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Sindaco Rinaldo Melucci, gli Onorevoli Paolo Lattanzio e Michele Nitti della Commissione Cultura della Camera dei Deputati ed i vertici di tutte le istituzioni universitarie cittadine e regionali.

La collaborazione tra il Comune di Taranto e Lorenzo Fioramonti ha radici antiche ed ha contribuito alla composizione degli innovativi contenuti del piano comunale di transizione ecologica, economica ed energetica denominato “Ecosistema Taranto”, come noto sviluppato intorno agli obiettivi di sviluppo sostenibile tracciati dalle Nazioni Unite nella cosiddetta “Agenda 2030”, nonché intorno ai principi del “green new deal” europeo, che per Taranto equivalgono nel concreto ai progetti in corso di elaborazione per l’accesso ai finanziamenti del “Just Transition Fund”, a valere sulla programmazione comunitaria 2021-27. Ricordiamo anche il lavoro congiunto con Paolo Lattanzio sulla candidatura per i Giochi del Mediterraneo.

Nel corso dell’interessante tavola rotonda molti sono stati gli spunti sul modello di sviluppo alternativo e sostenibile che Taranto sta abbracciando con sempre maggiore convinzione, sulle potenzialità della soft economy in terra ionica, sulla crescita della presenza universitaria in città, vero driver della diversificazione produttiva e di emancipazione dalla monocultura siderurgica, finanche sulle opportunità che potrebbero derivare a giovani e imprese dall’insediamento del Tecnopolo del Mediterraneo, previsto dal recente DL Agosto.

A confermare la positiva traiettoria dell’università a Taranto, per altro con l’impegno di uno specifico accordo di programma presso il MIUR, ed il ruolo da protagonista anche economico del settore della ricerca nei prossimi anni, ci ha pensato il Governatore Michele Emiliano, per l’occasione intervenuto in videocollegamento.

«Una giornata di studio illuminante – ha dichiarato il primo cittadino ionico a margine dell’incontro –, come sempre avviene in presenza di Lorenzo Fioramonti. Abbiamo bisogno di idee coraggiose e nette per affrontare le trasformazioni urbane e socioeconomiche che ci attendono. In questo processo il supporto del mondo universitario locale e la sua partecipazione alla governance del territorio saranno fondamentali. Oggi siamo oltremodo soddisfatti di vedere la Regione Puglia presente in questa partita, per altro con l’obiettivo dichiarato dell’autonomia del polo di Taranto».

«La Puglia in questi ultimi 15 anni ha fatto passi avanti importanti – ha aggiunto l’Onorevole Fioramonti -, sulla scuola, università e ricerca, beni comuni, energie rinnovabili e riqualificazione urbana. Differenze importanti rispetto alle altre regioni del Sud e siderali rispetto a quando dovevi avere la scorta per camminare nei centri di città come Bari o Taranto. Oggi la Regione può diventare un laboratorio nazionale, che dia forza ai movimenti progressisti ed ecologisti per guidare il Paese».