Taranto, oggi al MArTA “Il violoncello virtuoso”

13

Nella Sala Multimediale del Museo Archeologico Nazionale di Taranto concerto di Roberto Trainini e del Quintetto d’archi della Magna Grecia

TARANTO – Il virtuosismo del compositore e violoncellista italiano Luigi Boccherini (Concerto in Sol Maggiore), l’andante cantabile di Tchaikovsky, le variazioni e le intuizioni geniali di Niccolò Paganini nella sua opera 8 “Le Streghe”, saranno alcuni degli ingredienti della matinée prevista domenica prossima al Museo Archeologico Nazionale di Taranto.

Roberto Trainini, violoncellista di fama internazionale e talento pugliese nel mondo sarà infatti l’interprete, insieme al Quintetto d’archi della Magna Grecia, dell’appuntamento con “Il violoncello virtuoso”, in programma domenica 23 ottobre, alle ore 11.45, nell’ambito del progetto “MArTA in MUSICA. Le matinée domenicali”.

La rassegna, tra musica e archeologia, è nata dalla progettualità congiunta della direttrice del Museo Archeologico Nazionale curata , Eva Degl’Innocenti, e del direttore dell’Orchestra della Magna Grecia, Piero Romano, ed è a cura di Maurizio Lomartire e Pierfranco Semeraro

Insieme agli archi risuoneranno tra le mura del Museo tarantino gli echi di antichi “crotali”, strumenti musicali dell’antica Grecia, formati da valve lignee, eburnee o metalliche che il suonatore, mediante un’impugnatura centrale, faceva cozzare l’una contro l’altra, producendo un ritmo che accompagnava arpe o tympanon.

Sarà infatti il crotalo miniaturistico rinvenuto a Taranto nel 2013, in una tomba di via Temenide e risalente al 350-325 a.C. a fare da testimonial dell’appuntamento.

Roberto Trainini, nato a Bari, inizia lo studio del violoncello all’età di dieci anni con lo zio Saverio Loiacono, primo violoncello dell’Opera di Montevideo.

Frequenta il Conservatorio di Musica “N. Piccinni” di Bari con il M° Vincenzo Caminiti, conseguendo il diploma in violoncello nel 1995. Vince numerosi premi nazionali per giovani violoncellisti come il Vittorio Veneto e il Lorenzo Perosi di Biella.

Nel 1996, grazie al conseguimento di una prestigiosa borsa di studio, si trasferisce in Svizzera per proseguire gli studi sotto la guida del M° Radu Aldulescu, presso l’International Menuhin Music Academy di Gstaad e, per la musica da camera, dei Maestri Igor Oistrakh e Yehudi Menuhin.

Nel 1999 entra a far parte della classe per solisti di Wolfgang Mehlhorn alla Hochschule für Musik und Theater di Amburgo, dove si diploma nel 2003, con il massimo dei voti e la menzione d’onore, eseguendo il concerto di Dvorak con gli Hamburger Symphoniker. Successivamente si perfeziona, sotto la guida dei Maestri Michel Strauss, al Conservatorio Superiore di Parigi, Niklas Schmidt alla Hochschule fur Musik di Amburgo e Steven Isserlis agli IMC di Prussia Cove, England.

Ha ricoperto le cariche di primo violoncello solista presso il Teatro dell’Opera di Lüneburg, l’Orchestra Sinfonica di Cipro e la prestigiosa Symphony Orchestra SSO.

Dal 2012 è titolare di cattedra al Conservatorio di Musica “C. Monteverdi” di Bolzano e, dal 2015, è docente di violoncello presso l’Academia Arte de Florencia di Città del Messico, che gli affida periodicamente l’ex Vatican Stradivarius, un violoncello di Nicolò Amati del 1620. Attualmente suona un violoncello anonimo veneziano del 1690 ca.

Nel 2012 gli è stato conferito, con cerimonia in Campidoglio a Roma, dall’Accademia Internazionale Cartagine, il XII Premio Internazionale sezione Musica.

Dal 2014 fa parte della lista di Artisti Brilliant Classics, avendo registrato l’integrale di Giuseppe Martucci per violoncello e pianoforte con Massimiliano Ferrati e le Sonate di Cesar Franck e Ludwig van Beethoven con Cristiano Burato.

Il concerto si svolgerà nella sala multimediale del MArTA.

Il biglietto per assistere a “Il Violoncello virtuoso” di domenica 23 ottobre alle ore 11.45 nell’ambito di “MArTA in MUSICA. Le matinée domenicali” potrà essere acquistato nella sede dell’Orchestra della Magna Grecia (a Taranto, in Via Ciro Giovinazzi n° 28) e su TicketSms: www.ticketsms.it/it/event/j0xfi3xd

Ingresso consentito dalle ore 11.15
Inizio ore 11.45
Il costo del biglietto è di euro 8,00.
Info e prenotazioni
Orchestra della Magna Grecia
Front Office: Via Giovinazzi n. 28 a Taranto
Sito web orchestramagnagrecia.it
Tel. + 39 392 91 999 35

All’ingresso del MArTA il giorno del concerto sarà consegnato ad ogni possessore del biglietto del concerto un coupon della validità di una settimana (dalla domenica del concerto evento al sabato successivo) che darà diritto ad un ingresso gratuito al Museo Archeologico Nazionale di Taranto. Il coupon ha validità dalla domenica del singolo evento concerto fino al sabato successivo e deve essere utilizzato tassativamente entro lo stesso periodo per la prenotazione e per l’ingresso gratuito al Museo Archeologico Nazionale di Taranto inserendo il codice coupon sulla piattaforma e-ticketing del Museo Archeologico Nazionale di Taranto: https://www.shopmuseomarta.it
L’ingresso al Museo del possessore del coupon è condizionato in ogni caso al numero di posti disponibili nella fascia oraria selezionata.