Taranto, Labriola su Ilva

131

“Più tutele lavoratori e contratto Siderurgia”

palazzina Direzione IlvaTARANTO – “Se il presidente della Regione Michele Emiliano ritiene che la decarbonizzazione sia la strada giusta per affrontare e risolvere l’emergenza Ilva, strategia nei confronti della quale ho più volte espresso profonde e circostanziate riserve, ritenendo invece indispensabile una totale riconversione dell’economia tarantina, allora pretenda che i lavoratori dello stabilimento, ai quali è da sempre applicato il contratto nazionale dei metalmeccanici, siano inquadrati con un contratto per la siderurgia, come avviene da tempo nel resto d’Europa. Gli operai dell’acciaieria non sono di certo metalmeccanici, serve un contratto che tuteli maggiormente questi lavoratori e che preveda risarcimenti al verificarsi di patologie connesse all’attività svolta. Emiliano non sia timido, si batta per il riscatto di una città che paga sulla propria pelle gli errori di scelte politiche miopi ed egoiste”, così l’onorevole Vincenza Labriola, capogruppo per il Gruppo Misto in Commissione Lavoro alla Camera dei Deputati.