“Taranto Grand Tour Festival”, dal 28 al 30 dicembre l’apertura di luoghi storici

70

L’iniziativa è una anticipazione di “Taranto Grand Tour”,il progetto di Polisviluppo  che nei prossimi mesi realizzerà un modello di fruizione turistica integrata per far meglio conoscere il patrimonio storico della città vecchia

TARANTO – Un tempo erano gli aristocratici alla scoperta del Vecchio Continente, innamorati dell’Italia, culla della Magna Grecia prima e dell’Impero Romano poi. Oggi sono i moderni viaggiatori, ma anche gli stessi residenti, alla scoperta di una delle città più ricche di storia, al centro del Mediterraneo, protagonista di una nuova narrazione legata alla sua identità. Nasce “Taranto Grand Tour”, un progetto di accoglienza turistica che, già nel nome, evoca quei lunghi viaggi inaugurati nel XVII secolo. Il tutto declinato in maniera moderna, con la possibilità di offrire al visitatore percorsi esperienziali. L’idea è della cooperativa Polisviluppo, da anni impegnata sul campo che, nei prossimi mesi, punta a realizzare un modello di fruizione turistica integrata, anche in vista dei nuovi approdi delle navi da crociera. Per i turisti, la possibilità di essere accompagnati in una serie di percorsi guidati, in cui non mancheranno neppure forme di intrattenimento.

Nell’attesa, già nel mese di dicembre, si parte con un vero e proprio spin off, il “Taranto Grand Tour Festival” con un’apertura straordinaria di palazzi storici, ipogei, aree archeologiche, chiostri e beni ecclesiastici, possibile grazie ad una rete di operatori culturali e al sostegno di Regione Puglia, attraverso Pugliapromozione, e Comune di Taranto. Una piccola anteprima di quello che s’intende poi concretizzare l’anno prossimo. Guide abilitate accompagneranno i visitatori in questo viaggio lungo l’Isola, proprio a sottolineare le tante peculiarità di questo museo a cielo aperto, troppo spesso dato per scontato o, peggio, sconosciuto a molti. Il tutto con momenti di spettacolo.

Tre le date del Festival della Città Vecchia

28, 29 e 30 dicembre, dal mattino al primo pomeriggio (10-16). L’idea è di far vivere le meraviglie del patrimonio storico della città vecchia alla luce del sole.

«Siamo molto soddisfatti dell’attenzione della Regione che ha riconosciuto questo progetto tra i più meritevoli per promuovere il brand Puglia. Possiamo definirlo un primo passo verso una pianificazione più ampia– spiega il presidente della Polisviluppo, l’archeologo Gianluca Guastella- che mette al centro alcuni dei luoghi più antichi della città, che si caratterizzano per storia e fascino, e prova a colmare una lacuna esistente: quella, cioè, di accogliere e guidare il visitatore fin dal suo arrivo a Taranto lungo un percorso organizzato e organico, per un viaggio immersivo nella cultura, nella storia e nelle tradizioni della città, attraverso la fruizione integrata del patrimonio storico e in un’opera di valorizzazione culturale e identitaria. Un grande lavoro è stato già fatto dall’amministrazione comunale in questo senso, ponendo le basi per un futuro strettamente legato al turismo e altro occorre farne, nella consapevolezza che, finalmente, Taranto sta giocando un ruolo di primo piano. Vogliamo dare ulteriore valore a questa nuova e quantomai preziosa immagine di bellezza ed è per questa ragione che dobbiamo anche essere pronti per il 2023, quando torneranno nuovi sbarchi. Ma non solo: da operatori del settore riteniamo fondamentale che i luoghi più importanti siano aperti ai turisti- non solo crocieristi- con una programmazione mirata e lungimirante e con il supporto delle istituzioni impegnate in questo obiettivo comune».

Destinatari di queste prime tre giornate saranno anche gli stessi tarantini che potranno approfittare del ricco programma per scoprire la città vecchia e il borgo Umbertino con i suoi angoli più suggestivi, ma anche le sue tradizioni così fortemente radicate. Visto il periodo, inoltre, non mancherà una mostra di presepi.

Il “Taranto Grand Tour Festival” si terrà nei giorni 28, 29 e 30 dicembre ad ingresso gratuito. L’evento è organizzato con Comune di Taranto, Archita Festival Ets e il patrocinio morale di Confcommercio e in collaborazione con Regione Puglia e Pugliapromozione.