Pallavolo, Pharma Volley Giuliani Bari-Comes Taranto 0-3

87

va alla Comes Taranto il derby di B2 femminileOspiti più che mai in corsa per il terzo posto

BARI – Il derby pugliese della B2 femminile (girone I) se lo aggiudica nettamente la Comes Taranto che al PalaCarbonara supera 0-3 una poco incisiva Pharma Volley Giuliani Bari. Le ragazze di Castillo non hanno mai smesso di allenarsi duramente in settimana (e lo faranno fino a fine stagione), né hanno perso la voglia di giocare e combattere, però la vittoria della Pallavolo 80 Brindisi contro Castellana sabato pomeriggio, le ha escluse aritmeticamente dalla corsa ai play-off. Mentre le ultime tre gare di campionato sono decisive per i destini della Comes: il terzo posto resta un affare tra cugine, Taranto contro Brindisi, entrambe a 51 punti con le salentine avanti solo per il quoziente vittorie.

In casa Pvg resta la grande soddisfazione per la stagione straordinaria disputata da Binetti e compagne che hanno conquistato con merito la salvezza in B2 con sei giornate di anticipo, tenendo testa ripetutamente alle migliori formazioni del gruppo. Cosa che Pharma Giuliani si ripromette di fare nelle ultime due uscite stagionali, sabato prossimo, 30 aprile, a Modica e il 7 maggio in casa contro Castelvetrano, rispettivamente vice e capolista del girone I.

IL MATCH – Castillo schiera Masino in regia, Cariello opposta, in banda Guglielmi e Binetti, al centro Ragaini e Bisceglia, Sollecito libero; Danese risponde con la diagonale Scaglioso-Colarusso, Casale e D’Ercole laterali, Labate e Cardone centrali, Mastria libero.

Buon inizio Pvg (4-1), grazie al turno al servizio di Bisceglia, corredato dal primo dei 4 ace della centrale barese (7 punti). Il muro è l’arma principale con cui Scaglioso e compagne mettono in ambasce le attaccanti baresi. D’Ercole e Colarusso mettono a frutto con attacchi precisi e implacabili il lavoro di squadra (13 e 11 punti per le due atlete tarantine). Ace di Cariello, cui risponde subito un servizio vincente di Cardone: 8-13. Binetti nella seconda parte del parziale riesce a uscire dalla morsa del muro avversario (8 i punti del capitano Pvg), supportata da Guglielmi; le due squadre si riavvicinano (15-17). Primo tempo fulmineo di Cardone, risposta in pallonetto di Masino (18-21). Gli errori Pvg aprono la strada all’allungo decisivo, targato D’Ercole, due punti decisivi per il 19-25.

Sontuosa fast di Labate, 10 punti per la centrale, in apertura di secondo set (4-4). Altro pallonetto astuto di Masino, 4 punti per la regista barese, per il 6-6. Primo tempo di Ragaini (6 punti) che però non impedisce a Taranto di prendere il largo, approfittando della scarsa vena realizzativa della Pvg (12-19). Ace di Guglielmi (12 i punti per la laterale, miglior score tra le baresi) e Bisceglia per il tentativo di rimonta: 17-21. Anche Cariello (7 punti per lei) in diagonale fa sperare i tifosi del PalaCarbonara, ma le ospiti sono attente su ogni palla, difendono e attaccano con maggior determinazione. Casale (13 i suoi punti) guida le compagne alla conquista della seconda frazione: 19-25.

Nuovo ace di Bisceglia e una devastante pipe di D’Ercole aprono il terzo set. Sul 7-10 Castillo cambia la diagonale dando spazio a Romanazzi in regia e a Martina Lanza. I frutti del cambio arrivano subito: ace della palleggiatrice appena entrata, seguito da attacco e muro di Lanza (11-15). Schiacciata potente della giovane schiacciatrice di origini tarantine (5 punti per lei) per l’aggancio Pvg: 15-15. Punto fortunato di Guglielmi, le sorti del set sembrano essersi capovolte. Ma Taranto è implacabile, mette in campo tutta la propria voglia di play-off e scava ancora un piccolo solco tra le due compagini (16-19), grazie al certosino lavoro a muro. Grande fast di Ragaini, al quale seguono due punti di Barbara Guglielmi, prima in diagonale, poi in block-out: solo un punto divide Bari e Taranto, 20-21. Altra palla veloce di Ragaini, Casale e D’Ercole rispondono colpo su colpo agli attacchi casalinghi. Un buon set viene vanificato nel momento clou da un fallo di rotazione e da un errore in ricezione che lascia al palo Pharma Giuliani: finale 21-25.