Lupi, storni, cinghiali: emergenza continua sul Gargano

 

Nei giorni scorsi, filmata l’aggressione di un branco di lupi a un allevamento. CIA Agricoltori Italiani di Capitanata: “Fauna selvatica fuori controllo”

SAN GIOVANNI ROTONDO (FG) – Lupi che sbranano pecore. No, purtroppo non è una favola, ma quanto è accaduto negli ultimi giorni nelle zone interne del territorio di San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia. L’ultimo episodio risale a pochi giorni fa ed è stato anche filmato, con tanto di video visibile a tutti sui social. “Il problema è nazionale”, ha dichiarato Nicola Cantatore, direttore provinciale di CIA Agricoltori Italiani Capitanata. “La CIA ha sottoposto le proprie proposte e il grido d’aiuto degli allevatori anche al nuovo Governo, finora senza alcun risultato apprezzabile. Stessa cosa per quanto riguarda la Regione Puglia. Lupi, cinghiali, storni e, più in generale, la proliferazione degli animali selvatici sta causando danni ingenti alle aziende agricole e agli allevatori”, ha spiegato Nicola Cantatore.

Lupi e cinghiali sono in massiccio aumento ed è una presenza sempre più pericolosa, anche perché da tempo appare fuori controllo“, ha aggiunto Michele Ferrandino, presidente provinciale di CIA Capitanata. Negli ultimi mesi, sono tanti gli episodi che si sono succeduti. Tra Apricena e San Nicandro Garganico, sono i cinghiali ad aver causato i maggiori danni. Nelle zone poste sui rilievi più alti del Gargano, al problema dei cinghiali si aggiunge quello dei lupi.