Alessano, “Aspettando Armonia”: il 26 giugno nuovo appuntamento

10

Saranno ospiti Davide Morosinotto, Maddalena Fingerle e Francesca Valente

ALESSANO (LE) – Dopo l’apertura con Daniel Pennac, uno tra i più celebri e stimati autori europei, ospite mercoledì 23 a Santa Maria di Leuca, sabato 26 giugno (ingresso gratuito con prenotazione consigliata su www.festivalarmonia.it) con un triplo appuntamento con fresca vincitrice del Premio Italo Calvino, proseguono gli incontri di Aspettando Armonia, che precedono “La Cura è la Cultura”, settima edizione del Festival letterario “Armonia. Narrazioni in Terra d’Otranto”, ideato e organizzato da Libreria Idrusa e Associazione Narrazioni, con la direzione artistica dello scrittore Mario Desiati, che da giugno a settembre animerà l’estate culturale salentina, da Lecce al Capo di Leuca.

Si parte alle 10.30 sulla terrazza di Palazzo Legari ad Alessano con lo scrittore Davide Morosinotto, autore di più di 30 romanzi per ragazzi e ragazze, anche se non sempre con il suo vero nome. Ha vinto numerosi premi e riconoscimenti letterari, tra cui il «Premio Andersen» per il miglior libro oltre i 12 anni con “Il rinomato catalogo Walker&Dawn” (Mondadori). Per Edizioni EL / Einaudi Ragazzi ha pubblicato “Il Libero Regno dei Ragazzi”, “Peppino Impastato, una voce libera”, “Il giro del mondo in 80 belle notizie”, “Franco Basaglia, il Re dei Matti” e altri titoli nelle collane «Classicini», «Grandissimi», «In poche parole».

Dalle 19, a Palazzo Comi di Lucugnano serata riservata al Premio Italo Calvino, il più importante premio nazionale per esordienti. La vincitrice dell’edizione 2020, Maddalena Fingerle, presenterà il romanzo “Lingua Madre” (Italo Svevo edizioni). A seguire prima uscita pubblica e in presenza della vincitrice del Premio Calvino 2021, Francesca Valente. “Altro nulla da segnalare. Storie di uccelli” è, secondo la giuria, un testo letterario dalla struttura originale, che mescola documentazione e invenzione in un progetto di notevole consapevolezza. L’opera delinea, con scrittura limpida e elegante e delicata empatia umana i ritratti di chi ha avuto a che fare – matti e non solo ‒-nei primi anni Ottanta col repartino aperto dell’Ospedale Mauriziano di Torino. A quarant’anni dalla Legge Basaglia una riflessione narrativamente coinvolgente sull’istituzione psichiatrica. Ai due incontri parteciperanno anche Chiara D’Ippolito (Ufficio Stampa Premio Calvino) e Mario Desiati (direttore artistico Armonia). Il Premio Italo Calvino è stato fondato a Torino nel 1985, poco dopo la morte dello scrittore, per iniziativa di un gruppo di suoi estimatori e amici, tra cui Natalia Ginzburg, Norberto Bobbio, Lalla Romano, Cesare Segre, Massimo Mila e molti altri. Calvino, com’è noto, svolgeva lavoro editoriale per l’Einaudi; l’intenzione è stata quella di riprenderne e raccoglierne il ruolo di talent-scout di nuovi autori. Di qui l’idea di rivolgersi agli scrittori esordienti e inediti, per i quali non è facile trovare il contatto con le case editrici, prima ancora che con il pubblico. Il premio si propone, in breve, come una sonda gettata nel sommerso della scrittura e come interfaccia tra questo universo e il mondo dell’editoria, del pubblico e della critica.

Mercoledì 14 luglio (ore 20:30 – Info e prenotazioni Info-Point Castello Carlo V – 0832246517 – castellocarlov@gmail.com), infine, nel Teatro Apollo di Lecce, in collaborazione con l’Assessorato alla cultura del Comune di Lecce, appuntamento con la scrittrice belga Amélie Nothomb che, dialogando con Elisabetta Liguori, presenterà il suo ultimo romanzo “Gli Aerostati” (Voland). Nata in Giappone nel 1967 da genitori diplomatici, oggi vive tra Bruxelles e Parigi. Scrittrice di culto non solo in Francia – dove ha esordito nel 1992 con “Igiene dell’assassino”, il romanzo che l’ha subito imposta – pubblica un libro l’anno, scalando a ogni uscita le classifiche di vendita. Innumerevoli gli adattamenti cinematografici e teatrali ispirati ai suoi romanzi e i premi letterari vinti, tra cui il GrandPrixduroman de l’Académie Française e il Prix Internet du Livre per “Stupore e tremori”, il Prix de Flore per “Né di Eva né di Adamo”, e due volte il PrixduJury Jean Giono per “Le Catilinarie e Causa di forza maggiore. Sete”, uscito in Francia nel 2019, è arrivato secondo al PrixGoncourt dello stesso anno.

Dopo le anteprime di “Aspettando Armonia” il festival entrerà nel vivo. Dal 15 al 18 luglio a Presicce/Acquarica, Armonia proporrà i romanzi di nove tra finalisti (Edith Bruck, già vincitrice del Premio Strega Giovani, Giulia Caminito, Emanuele Trevi, Donatella Di Pietrantonio) e semifinalisti (Maria Grazia Calandrone, Lisa Ginzburg, Daniele Petruccioli, Alice Urciuolo, Roberto Venturini) della 75ma edizione del Premio Strega e alcuni ospiti speciali: Nicola Lagioia (venerdì 16) Giuliano Sangiorgi che presenterà il suo secondo romanzo “Il tempo di un lento”, appena uscito per Einaudi (sabato 17 luglio) e Stefano Petrocchi, Elena Rausa, Giacomo Lariccia e Paolo Giordano (domenica 18). Ma non è tutto. Da luglio e a settembre per la sezione Armonia Estate, tra Porto Cesareo e Tuglie, saranno presenti Gabriella Genisi, Giovanni Impastato, Pinuccio e Franco Arminio. Ad agosto e settembre, infine, Palazzo Comi a Lucugnano ospiterà “Genius Loci”, due focus sull’editoria salentina per rendere omaggio al poeta Girolamo Comi e al suo Spirito d’Armonia, che da sette anni ispira l’organizzazione del Festival.

Armonia è sostenuto dalla Regione Puglia nel Programma Straordinario 2020 in materia di Cultura e Spettacolo e dal Comune di Presicce-Acquarica. Media partner Radio Venere, Radio Peter Pan e RadioLol. L’ingresso a tutti gli eventi sarà gratuito ma, viste le limitazioni imposte dai decreti anti Covid-19, con posti limitati e prenotazione consigliata tramite apposito form sul sito www.festivalarmonia.it.

Info
www.festivalarmonia.it
3496415030 – michela@festivalarmonia.it