“Marguerite è stata qui” di Eugenio Murrali, la presentazione a Bari

13

Domani presso il Circolo della Vela nuovo appuntamento del Libro possibile winter; l’incontro con l’autore è moderato da Gianluca Veneziani

BARI – Un viaggio nei luoghi abitati dalla grande scrittrice Marguerite Yourcenar, cambiati dallo scorrere inesorabile del tempo, eppure ancora in grado di suggerire il passaggio fugace dei corpi e la persistenza dei sentimenti, al centro di un nuovo appuntamento del Festival  Libro possibile winter. Eugenio Murrali sceglie la rassegna diretta da Rosella Santoro per la prima presentazione in Puglia di “Marguerite è stata qui” (Neri Pozza editore).

L’appuntamento è per domani, venerdì 19 gennaio, alle ore 20:00, presso il Circolo della Vela di Bari, nella sede Margherita. L’incontro sarà moderato da Gianluca Veneziani, giornalista del Tgr Puglia e introdotto da Rosella Santoro. Saluti a cura di Titta De Tommasi, presidente del Circolo della Vela di Bari.

Da Bruxelles al Mont Noir, da Parigi a New York, da Harvard alla Petite Plaisance in Maine, dal Belgio in cui è nata e ha passato i primi anni, a Parigi dove si è svolta la sua formazione culturale, agli Stati Uniti in cui ha vissuto a lungo insieme alla sua compagna, l’autore ripercorre le tappe percorse dalla scrittrice, raccoglie le suggestioni dei luoghi e si pone in ascolto delle persone che hanno conosciuto e amato Marguerite, al punto da chiedersi: “Chi era in quel momento della vita quella ragazza di molte letture, più giovane, ma certamente più adulta di me, che camminando tra i cipressi in schiera e i pini piantati nel Settecento dal conte Giuseppe Fede si avvicinava ‘passo a passo al regno silenzioso delle ombre?”

Un racconto ricco e sfaccettato, una storia appassionata e appassionante che, nel ripercorrere le tappe geografiche di Marguerite, indaga gli spazi del cuore alla ricerca di una relazione d’anime, ed è capace di rendere la grandezza di questa autrice che è diventata la prima Accademica di Francia nel 1980 e che ci ha lasciato romanzi come “L’opera al nero” e “Memorie di Adriano”.

L’autore, dunque, restituisce, con una scrittura coinvolgente e brillante, il ritratto di una donna coraggiosa e libera che ha percorso il Novecento, attraversando due conflitti mondiali, la guerra fredda e, nella vita privata, amori travolgenti.

Eugenio Murrali, al suo esordio come scrittore, è giornalista, saggista e collabora con il Foglio e Vatican news.

L’ingresso è gratuito. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito del Libro possibile (www.libropossibile.com) e al numero 391 422 26 46.