Labriola su porto Taranto

“Via della seta e Zes occasioni straordinarie, il Governo si impegni”

On. Vincenza LabriolaTARANTO – “Il governo nazionale di adoperi affinchè il porto di Taranto possa avere un ruolo centrale nel sistema portuale nazionale e internazionale, candidando lo scalo a divenire tassello della ‘via della seta’. I traffici con l’Oriente rappresentano, ancora oggi, una delle principali direttrici del commercio mondiale, sarebbe pertanto gravissimo escludere l’infrastruttura tarantina da un sistema nevralgico vitale, capace senza alcun dubbio di fare la differenza. La centralità di Taranto nel bacino del Mediterraneo risulta logisticamente strategica, la Regione e Palazzo Chigi non perdano l’occasione di dare una chance alla nostra città”, lo dice l’onorevole Vincenza Labriola di Forza Italia, al termine dell’interrogazione in commissione Trasporti alla Camera dei Deputati, che ha visto l’intervento del sottosegretario Umberto Del Basso De Caro.
La risposta del governo alla mia interrogazione è stata assolutamente parziale e non soddisfacente – prosegue Labriola –. Urge altresì prevedere l’inserimento del capoluogo ionico tra le zone economiche speciali (ZES), per consentire al porto tarantino di ripartire per davvero. Roma, così come Bari, si impegnino affinchè il porto di Taranto e l’economia cittadina possano avere il futuro che meritano”.