Imbrattata la sede del candidato sindaco M5S a San Nicandro Garganico

2

SAN NICANDRO GARGANICO – “Quando i toni si esasperano e traspare un certo incitamento all’odio, che tanto piace da queste parti, può succedere che qualche babbione si diverta con certi ‘segnali’, perché si sente legittimato dall’aria calda”. Lo denuncia sulla propria pagina Facebook Matteo Vocale, candidato sindaco per il M5S a San Nicandro Garganico. Vocale questa mattina ha ritrovato alcuni manifesti elettorali e la porta della sede del suo comitato coperti da una croce rossa disegnata con una bomboletta spray.

“Continueremo – aggiunge Vocale – a mantenere i toni bassi, anche se altri li alzeranno ancora di più. Ai tempi delle crociate, quelli che partivano armati in Terrasanta venivano segnati con una croce rossa (‘cruce sognati’) sul petto. Adesso mi sento davvero un crociato del buonsenso, della civiltà e della legalità. E combatterò fino all’ultimo affinché questi valori vengano ristabiliti in questa terra”.