Castellana Grotte, “Non cadiamo nella Rete”: concluso il progetto di contrasto al Cyberbullismo

50

progetto cyberbullismo

I dettagli

CASTELLANA GROTTE (BA) – Arriva a conclusione il progetto di sensibilizzazione e prevenzione contro il cyberbullismo intitolato “Non cadiamo nella rete”. Martedì 17 dicembre è stata dedicata un’intera giornata presso l’IISS Luigi Dell’Erba dove i ragazzi hanno mostrato il lavoro svolto nei vari laboratori previsti dal progetto. La giornata, aperta dai saluti istituzionali dell’assessore ai Servizi Sociali Maurizio Tommaso Pace, della responsabile del settore servizi sociali dell’ente, la dottoressa Anita Paolillo, della dirigente dell’IISS Dell’Erba Teresa Turi, del dirigente scolastico dell’IC Angiulli – De Bellis Gerardo Magro e dalla dirigente scolastica dell’IC Tauro – Viterbo dottoressa Carmela Pellegrini, è stata divisa in due momenti. In mattinata gli alunni degli istituti comprensivi hanno mostrato il lavoro svolti nei laboratori di scrittura e di musica. Nel pomeriggio, sono stati presentati il laboratorio tecnologico al servizio del sociale ed il laboratorio di chimica e metafore, coordinati dalla dottoressa Antonella Chibelli dell’associazione “Le Ali di Atena”. Infine, c’è stata l’esibizione dei ragazzi delle secondarie della “De Bellis” e “Viterbo” che hanno partecipato al laboratorio teatrale coordinato dalla regista Adriana Coletta dell’associazione “Amici Nostri”.

L’iniziativa è nata dall’accordo di rete che il comune di Castellana Grotte, ha sottoscritto lo scorso marzo con l’IISS “Luigi dell’Erba”, l’associazione Le ali di Atena, l’Istituto comprensivo “Angiulli – De Bellis”, l’Istituto comprensivo “Tauro – Viterbo”, l’associazione Sentieri della legalità ed il Gruppo teatrale Amici Nostri. Una varietà di soggetti che hanno messo in campo competenze e professionalità per promuovere un progetto volto a sostenere i minori vittime di cyberbullismo e ad educare al rispetto del prossimo, con le sue peculiarità e diversità. Un’opportunità per riflettere su di un tema sociale attualissimo che riguarda un numero sempre crescente di adolescenti e che investe più sfere di competenza.

I fenomeni di bullismo sono presenti in ogni dove nella società odierna ed il web li amplifica ancor di più, per cui è complicato proteggere i nostri ragazzi dagli esempi malsani che anche la politica regala quotidianamente – ha commentato al termine dell’iniziativa l’assessore Pace – Ma abbiamo il dovere di farlo con coraggio e senso di responsabilità. Il vero scopo di questo progetto è quello di essere presenti per prevenire o fronteggiare a muso duro questo fenomeno e lo abbiamo fatto sostenendo le scuole con le associazioni del territorio esperte nel settore. La più grande soddisfazione è quella di vedere la loro gioia nell’aver condiviso un percorso formativo in cui hanno preso coscienza della bellezza e del valore dell’inclusione e dell’amicizia. È un buon punto di partenza per un percorso da portare avanti in futuro con la collaborazione di tutti.”