Capurso, il 29 novembre l’inaugurazione di “Porta Futuro”

16

Il servizio gratuito punta a favorire un miglior incontro tra domanda e offerta di lavoro

CAPURSO – Porta Futuro apre a Capurso. Nella cittadina a Sud-est di Bari arriva il servizio pubblico e gratuito, che offre a tutti i cittadini l’opportunità di crescere professionalmente, attraverso servizi specialistici di orientamento e di formazione, mirati a facilitare l’ingresso nel mercato del lavoro. La sede è in via Cellamare 15/A e sarà inaugurata martedì 29 novembre alle ore 10.

“I cittadini in cerca di occupazione a partire da Dicembre 2022 avranno finalmente una Porta a cui bussare. L’ingresso è facile da individuare perché balzerà agli occhi di tutti la grande facciata rossa con un disegno che raffigura delle persone che camminano verso Porta Futuro. L’auspicio è di riuscire a rispondere prontamente al fabbisogno delle attività di ristorazione, commerciali, artigianali nella ricerca di personale qualificato e allo stesso tempo cercare di impiegare quanti più cittadini possibile. Domanda e offerta di lavoro finalmente sanno dove incontrarsi”, spiega Raffaella Rubino, assessore alla Formazione e Politiche attive del lavoro, Politiche Giovanili e Attività Produttive del Comune di Capurso.

A farle eco Fabio Gelao, presidente del consorzio Elpendù, ente gestore del servizio: “L’apertura di Porta Futuro consentirà ai cittadini di Capurso di utilizzare i servizi senza doversi recare a Bari. Oltre che per favorire un miglior incontro tra domanda e offerta, infatti, gli sportelli nascono proprio per essere sempre più vicini a un territorio che ha voglia di lavorare, di mettere a frutto le capacità, di formarsi per guardare al futuro con rinnovate energie. Del resto, i dati Istat sul lavoro in Puglia rilevano un miglioramento nel primo trimestre del 2022 rispetto allo stesso periodo del 2021. Il tasso di occupazione nella fascia 15-64 anni è pari al 47,8% (42,8% nel I trimestre 2021), il tasso di disoccupazione è al 13,3% (17% nel I trimestre 2021), il tasso di inattività pari al 44,9% (48,4% nel I trimestre 2021). C’è ancora molto da fare, ma si tratta di un trend che dobbiamo sostenere con tutte le misure possibili”.

L’obiettivo specifico del progetto Porta Futuro è quello di contribuire al miglioramento delle condizioni del mercato del lavoro, agendo sia sui singoli individui (studenti o persone in cerca di lavoro), sia supportando le istituzioni formative e gli attori economici che operano nel territorio. Il Progetto è orientato prevalentemente a studenti universitari, laureandi/laureati, ma è aperto anche a tutti i cittadini in età lavorativa che necessitano di un sostegno nelle fasi di transizione verso il lavoro o che affrontano nuove e diversificate esperienze formative. I servizi erogati sono totalmente a titolo gratuito.

Tra i servizi offerti: accoglienza, orientamento, bilancio delle competenze, formazione, consulenza giuslavoristica, software Empowerment, alternanza scuola-lavoro, video curriculum, supporto nella traduzione del CV in lingua straniera, verranno organizzate iniziative mirate a favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, e viene fornita consulenza per la mobilità nazionale e transnazionale.

È un progetto condiviso con la Città Metropolitana che abbiamo fortemente voluto qui a Capurso per i nostri cittadini, ma anche per le aziende. La formazione e il supporto gratuito nella ricerca di un’occupazione qualificata sono un’occasione da non perdere, quindi spero a dicembre di vedere affollata la sede di Porta Futuro. Abbiamo un nuovo presidio e siamo orgogliosi come amministrazione di poter offrire un servizio e un’occasione per tutti”, conclude Michele Laricchia, sindaco di Capurso.

Il servizio sarà attivo da dicembre, appena terminata la formazione degli operatori.