Bari, “Tempo verde”: raddoppiano gli spazi all’aperto del progetto del Welfare rivolto alle persone con spettro autistico, disturbi del neurosviluppo e con disabilità

14

logo Bari

I dettagli

BARI – “Tempo verde” raddoppia i propri spazi. Il progetto lanciato a fine marzo e dedicato alle persone autistiche, con ADHD o con disabilità, potrà contare su altre aree all’aperto, rese disponibili dai titolari del centro sportivo “Snupy”, in via Vaccarella 53, a Carbonara.

A partire da lunedì 20 aprile i campi di calcio della struttura saranno utilizzati per consentire a queste persone di trascorrere del tempo all’aria aperta con i propri familiari o con chi se ne prende cura.

Si tratta di un’opportunità in più, che si aggiunge a quella offerta nell’area in via Mazzitelli, a Poggiofranco, per tante famiglie con minori e adulti con spettro autistico e disturbi del neurosviluppo che vivono maggiormente le difficoltà quotidiane dovute all’isolamento domestico.

Grazie alla generosità dei gestori dello Snupy – commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico – riusciremo a dare una possibilità a tante altre famiglie costrette a restare in casa, come tutti, ma con delle difficoltà oggettive in più. Il progetto Tempo verde, che in questi giorni ha alleviato oltre 100 famiglie nel lavoro di cura consentendo a persone con questo tipo di problematiche di vivere un momento di bellezza e serenità, sta riscuotendo un gradimento altissimo, al punto che non riusciamo a rispondere a tutte le richieste che riceviamo ogni giorno. Ci sono giunte richieste persino da altri Comuni.

Per questo desidero ringraziare i titolari della struttura sportiva di Carbonara, i volontari e l’associazione di clownterapia Teniamoci per Mano: con questo gesto di grande umanità renderanno più semplice, per soggetti fragili con bisogni speciali, questo periodo particolarmente complesso“.

Le modalità di prenotazione al servizio sono le stesse: è necessario contattare, almeno un giorno prima, la cooperativa Occupazione e Solidarietà del progetto comunale SEMI ai numeri telefonici 366 1074935 (dalle ore 9 alle 13) e 348 6441484 (dalle ore 15 alle 19), dal lunedì al venerdì, e poi sottoscrivere la scheda di accesso e il vademecum predisposti. Gli spazi saranno aperti nel rispetto di quanto previsto dalle vigenti disposizioni del Governo in materia di Coronavirus, quindi in maniera contingentata, dal lunedì alla domenica, nelle fasce orarie 9-12. Possono usufruire del servizio persone di ogni età, purché accompagnate da un adulto di riferimento: vi può accedere una famiglia per volta.

“Tempo verde” è un progetto dell’assessorato al Welfare, che si avvale della collaborazione della NPIA – Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza e del CAT – Centro autismo territoriale della Asl, della cooperativa sociale Occupazione e solidarietà, dell’asd Intesa club Bari, dell’asd Snupy calcio Bari e dell’associazione di clownterapia Teniamoci per Mano.