Bari, nativi digitali: la scuola dell’infanzia si aggiorna

89

logo Bari

Oggi al Fortino Sant’Antonio la presentazione delle attività delle scuole d’infanzia comunali – 1 Settore

BARI – Come noto, a partire da quest’anno scolastico gli alunni delle scuole d’Infanzia comunali – 1 settore sperimentano, tra le strategie didattiche, l’uso consapevole e corretto dei tablet. La didattica digitale è un insegnamento attivo, in grado di fornire spunti e occasioni per formare nuove rappresentazioni mentali utili al potenziamento dell’apprendimento nel bambino attraverso i canali privilegiati del gioco e della creatività. Il Coding, la programmazione informatica, è un programmare per apprendere, introduce e sviluppa il pensiero logico. Attraverso app dedicate all’insegnamento, differenziate per fasce d’età, saranno indotti in modo divertente ad apprendere anzitempo a leggere, scrivere, cantare.

Sono previsti anche programmi atti al disegno e all’esperienza multimediale con finale aperto. Questa ulteriore modalità di cui si arricchisce il piano dell’offerta formativa non sostituisce ma integra il percorso didattico nella considerazione che tutti gli strumenti, se ben utilizzati, rappresentano una risorsa in più per creare una sinergia tra scuola e famiglia, che è alla base del progetto formativo.

Con un sito dedicato i genitori avranno modo di visualizzare tutte le attività curriculari ed extra-curriculari e le diverse iniziative programmate nel corso dell’anno.

Questo pomeriggio, alle ore 16, presso il Fortino di Sant’Antonio, alla presenza del dirigente scolastico Rossella Peparello, sarà presentato il sito con le diverse attività realizzate nel corso dell’anno scolastico e si darà l’avvio al corso di formazione previsto per docenti e genitori nato per spiegare la mission della scuola, intesa come spazio di azione all’interno del quale diventa possibile creare, mettere in gioco capacità, produrre qualcosa di nuovo, fare esperienze secondo un modello educativo condiviso.

Interverranno l’assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano e il presidente della commissione consiliare Pubblica istruzione Massimo Maiorano.