Bari, “GirAci”: al via l’estensione della zona a “flusso libero”

114

Ad oggi 1455 iscritti per circa 900 corse

logo BariBARI – A meno di un anno dall’avvio del servizio di car sharing GirAci a Bari, l’amministrazione comunale e l’Aci Global hanno deciso di estendere il perimetro della zona cosiddetta “a flusso libero”, permettendo così ai cittadini che scelgono di utilizzare le auto elettriche di GirAci per spostarsi in città di prendere e lasciare l’auto liberamente in altre zone rispetto alla delimitazione iniziale del centro cittadino. L’area operativa è stata estesa alla zona universitaria del Politecnico, a tutta la zona ospedaliera (Ospedale Santa Maria, Policlinico e Ospedali universitari, Istituto dei tumori) nonché alla zona delle Fiera del Levante, con un raddoppio della superficie attuale. Contemporaneamente all’estensione dell’area verranno attivate le nuove tariffe, oraria e giornaliera, per garantire ai cittadini quella più conveniente in funzione dell’effettivo tempo di utilizzo delle auto.
Abbiamo investito in un servizio innovativo – spiega il sindaco Antonio Decaro – i cittadini hanno dimostrato di apprezzare le novità e soprattutto di essere pronti a sperimentare nuove forme di mobilità. Questo è solo il primo passo di un percorso che intendiamo proseguire, ecco perché abbiamo scelto di estendere la zona in cui le auto potranno circolare ed essere parcheggiate liberamente e vogliamo inserire il servizio di car sharing nel progetto della Guest card metropolitana per offrire una modalità alternativa di spostamento anche ai turisti che scelgono Bari e i Comuni limitrofi come meta dei loro viaggi. La stessa cosa contiamo di fare con le nuove bici del bike sharing. I dati di utilizzo delle auto di GirAci, circa 900 corse in otto mesi, e la disponibilità di Aci Global a voler continuare ad investire nella nostra città sono la miglior risposta a quelle aziende che continuano a non voler investire nelle città del sud Italia”.
I dati di utilizzo sono molto incoraggianti, in quanto in otto mesi dall’avvio del servizio il totale degli iscritti ammonta a 1455, con 700 clienti attivi che utilizzano le 30 auto messe a disposizione della città di Bari, con una percorrenza media di 11 km – dichiara la responsabile dell’Automobile Club Bari Bat, Maria Grazia De Renzo -. Ipotizziamo di mettere in rete i Comuni della Città Metropolitana che si siano dotati di colonnine di ricarica elettrica, perché il car sharing nella versione innovativa proposta nel capoluogo pugliese possa essere posto a fattor comune e svilupparsi anche a livello culturale oltre i confini dello stretto utilizzo cittadino. In una “vision” in linea con la modernità e la cultura della mobilità stradale, di cui ACI e GirACI, sono portavoce“.