Bari, dal 1 agosto sensi unici sulle complanari della SS 16 a Palese

35

Istituite due nuove fermate Amtab nei pressi delle abitazioni della zona

b&b abusivo a LecceBARI – Questa mattina l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso ha effettuato un sopralluogo, insieme ai tecnici del settore Strade, Amtab e Anas, lungo tre tratti delle complanari a ridosso della SS 16, nei pressi del quartiere Palese, per verificare le modifiche alla viabilità in vista dell’entrata in vigore dell’ordinanza emessa da Anas per l’istituzione del senso unico di marcia.

In questi tratti di complanare, infatti, insistono diverse abitazioni e la larghezza della strada (in alcuni tratti non supera i 4,5 m) non consente il transito regolare a doppio senso di marcia in presenza di autobus, creando particolari disagi ai residenti e agli automobilisti che transitano sulle complanari per immettersi sull’arteria principale.

I tratti su cui saranno istituiti i sensi unici sono:

– Complanare lato mare dal km 795+200 Accesso B al km 794+350 Accesso C – lunghezza percorso 850 metri

– Complanare lato monte dal Km 794+150 Accesso D al Km 794+550 Accesso C – lunghezza percorso 400 metri

– Complanare lato monte dal Km 795+050 Accesso B al 795+650 Accesso A – lunghezza percorso 600 metri.

Il sopralluogo di oggi è stato utile per verificare lo stato dei lavori realizzati da Anas lungo le complanari dove sono stati eseguiti gli allargamenti in corrispondenza delle curve per facilitare le manovre di svolta dei bus e montati i cartelli della nuova segnaletica verticale. Nei prossimi giorni Amtab provvederà a ricollocare lungo le complanari due fermate per gli autobus, che attualmente insistono su alcune aree della SS 16, e a realizzare due nuove fermate nelle vicinanze delle abitazioni della zona.

Dal 1 agosto entrerà in vigore l’ordinanza emessa dall’Anas d’intesa con il Comune di Bari – dichiara Giuseppe Galasso – che migliorerà la viabilità delle complanari in termini di sicurezza stradale e di efficienza del servizio di trasporto pubblico, che serve le abitazioni della zona. Con i nuovi sensi di marcia non si verificheranno più casi in cui, in presenza di autobus, gli automobilisti sono costretti ad occupare aree di pertinenza privata o a impiegare manovre pericolose per permettere il transito dei veicoli in senso opposto. Un ulteriore vantaggio di questa operazione è sicuramente lo spostamento delle fermate che sulla SS 16 potevano costituire un pericolo per gli utenti del servizio di trasporto e la creazione di due nuove fermate, sicuramente più vicine alle abitazioni. I nuovi sensi di circolazione permetteranno a tutti gli alloggi di essere raggiunti sia da nord sia da sud, grazie alla presenza dei numerosi cavalcavia e sottopassi carrabili presenti nel tratto interessato della statale. In alcuni casi si dovranno percorrere un po’ di strada in più a fronte, però, di una totale messa in sicurezza degli automobilisti e dei residenti e cittadini che utilizzano l’autobus in quella zona”.