Bari, avviati i lavori di manutenzione straordinaria delle condotte di fognatura mista a cura di Aqp

131

Galasso: “Sollecitati gli interventi in tutto il centro cittadino, a fine aprile libere tutte le condotte”

pulizia caditoie via sparanoBARI – Su sollecitazione della ripartizione I.V.O.P., l’Acquedotto pugliese ha avviato ieri, in tutto il centro cittadino, i lavori di pulizia straordinaria delle bocche di lupo, dei pozzetti e delle condotte di scarico di fognatura mista di competenza Aqp. Infatti, a seguito delle abbondanti precipitazioni dei giorni scorsi, l’acqua è ristagnata in diverse strade della città a causa dell’intasamento delle vie di scarico.

Questa mattina l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso ha effettuato un sopralluogo in via Sparano, dove gli addetti della ditta incaricata da Aqp erano impegnati nelle operazioni di ripulitura e lavaggio.

Dopo le piogge cadute la settimana scorsa – ha commentato Galasso – abbiamo sollecitato l’Acquedotto pugliese in modo che provvedesse a liberare le condotte di fognatura mista la cui pulizia è di sua competenza. Nel corso del sopralluogo di questa mattina ho avuto modo di verificare personalmente le condizioni di diversi pozzetti: alcuni si presentavano relativamente liberi da prodotti di scarto, mentre in altri abbiamo ritrovato quantità significative di materiale sedimentato. Questo significa, verosimilmente, che, per quanto riguarda determinati pozzetti, le operazioni di pulizia non venivano eseguite da diverso tempo. Per questo motivo in alcune zone del centro, in particolare in via Sparano, per molte ore si sono formati ristagni d’acqua. Ad ogni modo, attraverso queste attività di pulizia straordinaria l’Aqp sta individuando e liberando le condotte intasate. Abbiamo anche rilevato che, nei pressi delle sedute dove sono allocate le palme, è necessario liberare i tubi di scarico delle acque, protetti da alcune griglie installate all’epoca della realizzazione delle panchine. Essendo un’attività di competenza del Comune, ho già dato disposizioni alla mia ripartizione affinché provveda a intervenire quanto prima attraverso la manutenzione ordinaria realizzata dalle imprese vincitrici dell’appalto in corso”.

Gli interventi di manutenzione straordinaria sono a carico di Aqp e andranno avanti per circa quattro settimane.