Bari, approvato contributo in favore dell’Accademia del Cinema

L’Accademia è dei ragazzi di Enziteto

logo BariBARI – Su proposta dell’assessora alle Politiche educative giovanili Paola Romano, la giunta comunale ha approvato questa mattina la concessione di un contributo finanziario pari a € 31.000 in favore dell’Accademia del Cinema dei Ragazzi di Enziteto in virtù della valenza sociale, culturale ed educativa delle attività in proposte per l’anno 2015/2016.

Come noto, da anni l’amministrazione comunale attua all’interno del quartiere San Pio una politica di promozione e valorizzazione del territorio sostenendo finanziariamente numerose iniziative, alcune delle quali gestite dalla cooperativa sociale GET con il progetto Accademia del Cinema Ragazzi in rete con altre istituzioni del territorio quali parrocchia, consultorio, scuole, centro socio-educativo del Municipio.

L’Accademia del Cinema dei Ragazzi è un presidio formativo e culturale importante – commenta Paola Romano – che nei dieci anni della sua attività ha saputo diventare luogo sociale di incontro e di aggregazione giovanile e punto di riferimento per l’intera città, combattendo il disagio e l’emarginazione con attività di grande valore formativo. Oggi l’Accademia è un’attività unica sul territorio pugliese che, oltre ad offrire ai ragazzi tra i 16 ed i 22 anni la possibilità di apprendere i mestieri del cinema, li rende capaci di raccontarsi e raccontare il proprio disagio, la propria vita, il proprio quartiere in maniera creativa. La qualità del progetto è testimoniata non solo dai prestigiosi riconoscimenti ottenuti in ambito nazionale, ma anche dall’apprezzamento da parte di altre organizzazioni e istituzioni culturali di prestigio, tra cui l’Apulia Film Commission, la Cineteca di Bologna e il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Senza trascurare il dato relativo al valore prettamente sociale del progetto, che si rivolge sia a minori a rischio di dispersione scolastica promuovendo progetti di educazione alla legalità e alla cittadinanza attiva, sia alle donne del quartiere, che da tre anni sono protagoniste del progetto l’Accademia delle Donne, sia infine ai più piccoli con i corsi dell’Accademia Junior. L’amministrazione continuerà a sostenere questo progetto nella convinzione del valore della cultura e delle formazione come antidoto al disagio sociale e come strumento di crescita della persona umana”.