A Taranto i Consulenti del Lavoro investono sui giovani professionisti

25

giovanni prudenzano (presidente cdl taranto)

TARANTO – L’Assemblea degli iscritti all’Ordine de Consulenti del Lavoro di Taranto, tenutasi in modalità telematica a causa dell’aumento dei contagi Covid-19, ha approvato all’unanimità il bilancio di previsione dell’anno 2022.

La discussione, svoltasi nell’ambito dell’Assemblea in un clima di cordialità costruttiva, ha visto emergere diverse indicazioni, tra le quali la più sentita è stata la necessità di investire sempre più nella formazione dei praticanti Consulenti del Lavoro che rappresentano il futuro della categoria, una convinzione percepita non solo a livello locale, ma nazionale.

Infatti nell’occasione il Presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Taranto, Giovanni Prudenzano, ha affermato che «è particolarmente importante investire nella formazione dei nostri praticanti e in quella dei giovani Consulenti del Lavoro che si affacciano alla professione, come i quattordici ai quali abbiamo consegnato il Diploma di Iscrizione all’Ordine tre settimane addietro a Taranto: la capacità di innovazione e di “vision” di un nuovo futuro, caratteristica delle giovani generazioni, non potrà che avere una positiva ricaduta nei nostri studi professionali nei quali questi collaborano. È un contributo importante per la costruzione della figura di quel “Consulente del Lavoro 3.0”, un professionista sempre meno impegnato negli adempimenti tradizionali, come l’elaborazione di buste paga e la tenuta contabilità fiscale e sempre più orientato nel fornire consulenze verticalizzate alla clientela in diversi settori».