Bari: scuola di arte drammatica Talìa, presentato l’anno accademico 2015/2016

Bari: scuola di arte drammatica Talìa, presentato l'anno accademico 2015/2016BARI – È stato presentato a Palazzo di Città l’anno accademico 2015/2016 della scuola d’arte drammatica Talìa. Alla presentazione sono intervenuti l’assessora al Welfare Francesca Bottalico, il consigliere regionale e presidente della sesta commissione regionale Cultura e Formazione Alfonso Pisicchio, il direttore della scuola Maurizio Ciccolella e la docente Rossana Farinati.

La scuola Talìa nasce da un’iniziativa dell’associazione culturale e artistica “Scuola per i Mestieri del Teatro del Mediterraneo”. I corsi di formazione si rivolgono a giovanissimi a partire dai 10 anni d’età, giovani e adulti e gode del patrocinio dei Comuni di Bari e di Brindisi, della Provincia di Brindisi e del Teatro Pubblico Pugliese, nonché di una stretta collaborazione con l’Università degli Studi di Bari, e si terranno nelle sedi di Bari (teatro Nuovo Palazzo) e Brindisi (0831 advertising space e il club culturale “Gli amici”).

“L’amministrazione – ha dichiarato l’assessora Bottalico – condivide questa iniziativa per sottolineare che il welfare non si riferisce solo a situazioni di emergenza, ma presenta parecchi elementi da condividere con diversi contesti culturali del territorio. E l’attività svolta dalla scuola d’arte è sicuramente uno strumento formativo ed educativo che può essere utilizzato, con grandi risultati, da una vasta platea che va dagli anziani ai bambini passando per i giovani: a questi ultimi è data la possibilità di esercitare un lavoro professionale unico nel suo genere e di imparare a guardare dentro di sé. Il teatro e il movimento, infatti, sono due momenti importanti per ‘educarsi’ ed educare a essere buoni cittadini attraverso diversi canali di comunicazione”.

“Come docente dell’Accademia delle Belle Arti – ha continuato il consigliere Pisicchio – plaudo a questa iniziativa che consente ai giovani di avere una prospettiva concreta in un settore difficile dove si mescolano cultura, capacità professionale e lavoro, tutti elementi presenti nella società e che hanno bisogno del sostegno delle istituzioni. Il connubio tra arti che si intersecano crea passioni molto forti, che vanno alimentate grazie alla scuola e alla formazione. E la scuola Talìa è capace di plasmare in senso positivo il futuro delle coscienze degli appassionati”.

“Questo è il primo anno che dialoghiamo con le istituzioni – ha concluso Maurizio Cicolella – perché, in un territorio, la formazione può essere realizzata anche da realtà teatrali. E noi abbiamo scelto di farci carico della responsabilità di formare a 360 gradi, guardando a un percorso soggettivo capace di definire un progetto socio-culturale ad ampio raggio”.

Quest’anno la scuola sarà presente al Nuovo Palazzo, in corso Sonnino, guidati dal noto attore cinematografico Massimo Giannini. Il corso dura 200 ore: lo spettacolo finale sarà incentrato sul tema del sogno visto da Shakespeare. Per ulteriori informazioni: www.scuolatalia.it.