“Terra mia. Coltura, cultura”, domani la manifestazione a Modugno

7

Nella sede della ex Om Carrelli si celebra la “XXVII Giornata nazionale della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie”

BARI – Lunedì 21 marzo le associazioni Libera e Avviso Pubblico celebrano la “XXVII Giornata nazionale della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie” dando lettura del lungo elenco delle vittime innocenti delle mafie al fianco, quest’anno, di lavoratrici e lavoratori a rischio licenziamento.

La giornata vedrà Napoli come sede principale della manifestazione, mentre il luogo scelto per la Puglia sarà la sede della ex Om Carrelli (in viale delle Ortensie 33, a Modugno), dove saranno letti i nomi delle vittime innocenti delle mafie davanti ai cancelli della fabbrica insieme alle lavoratrici e ai lavoratori a rischio licenziamento. Parteciperanno il vicesindaco Eugenio Di Sciascio, l’assessore alla Legalità Vito Lacoppola, l’assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano e l’assessora alle Culture Ines Pierucci.

Lo slogan scelto quest’anno da Libera per la Giornata è “Terra mia. Coltura, cultura”.

Questo il programma della giornata:

· ore 9.30 – concentramento in viale delle Ortensie 33 (Modugno, BA)

· ore 10.00 – intervento introduttivo

· ore 10.15 – inizio lettura nomi vittime innocenti delle mafie

· ore 11.30 – collegamento audio con Napoli, intervento di don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera.

In tutte le province pugliesi scuole, associazioni, parrocchie e gestori di beni confiscati alle mafie si stanno attivando per realizzare percorsi di memoria sulle vittime innocenti delle mafie e, da Lecce a Foggia, i coordinamenti e i presídi di Libera promuoveranno momenti di lettura del lungo elenco delle vittime innocenti, pronunciando collettivamente i loro nomi e cognomi.