Tempo e innovazione al centro della decima edizione di Oncology for Primary Care

53

paolo crepet

Il convegno sulle cure primarie e le innovazioni terapeutiche del paziente oncologico, promosso da Eugenio Maiorano e da Nicola Marzano, torna a Bari venerdì 15 e sabato 16 novembre. Ospite del convegno lo psichiatra Paolo CREPET

BARI – In una Sanità in continua evoluzione ed in un Sistema Sanitario Nazionale che si sta faticosamente riorganizzando sulla base delle mutate esigenze di salute della popolazione generale, occorre intensificare l’attenzione nei confronti della malattia oncologica: dalla prevenzione, ai programmi di screening, sino alla gestione dei percorsi di diagnosi e cura dei pazienti malati di cancro, che aumentano di numero anno dopo anno. Il ruolo dell’Oncologo medico ed il ruolo dell’Oncologia medica in generale diventano quindi sempre più importanti; ma altrettanto importante sarà potenziare le Cure Primarie e la Medicina Generale in particolare, essendo direttamente coinvolte sia nelle strategie di screening, che nel percorso diagnostico-terapeutico della malattia, sin dai suoi esordi a fino a dopo l’esito della cura.

Due i temi portanti della X edizione di Oncology for primary care 2019, promossa dal professor Eugenio Maiorano e Nicola Marzano, Responsabile del Reparto di Oncologia Medica dell’Ospedale San Paolo di Bari, ed organizzata da ClabMeeting, che si svolgerà a Bari a Villa Romanazzi Carducci venerdì 15 e sabato 16 novembre: innovazione, strumento operativo nuovo che colma il gap tra i grandi dati e la capacità di renderli fruibili, e tempo, diverso se a utilizzarlo sia l’operatore o se a viverlo sia il soggetto coinvolto dal processo.

Nel tempo della malattia c’è una fase di ansia e una fase di informazione, e quindi la capacità di chi informa di dare un messaggio costruttivo. Il tempo messo a frutto dal progresso e dalla medicina e il tempo che permette di guadagnare in tecnologia e risorse terapeutiche. Quindi il tempo si può vedere a tanti livelli e dipende da come viene vissuto dal paziente. Siccome l’empatia è allocata dentro la testa e lì c’è il sistema immunitario che può difenderti oppure no, ed empatia e sistema immunitario parlano tra loro, ecco che il vivere una esperienza in un modo o in un altro condiziona l’andamento della malattia prima ancora dell’opzione terapeutica. Il “Valore del Tempo” sarà il tema del tradizionale Talk Show di chiusura evento, sabato 16 novembre, che quest’anno vedrà un ospite d’eccezione, lo psichiatra Paolo Crepet. Il tema ci riporta all’importanza oggi della appropriatezza e della tempestività diagnostico terapeutica.

I volontari in reparto hanno un ruolo fondamentale, trasformando il tempo di attesa in tempo costruttivo. Molti pazienti, ad esempio, hanno cominciato a dedicarsi ad attività artistiche. Avo, Cuore di donna, ABRCAdaBRA, oltre alla più nota Komen ed altre associazioni parimenti attive hanno dedicato tempo e risorse umane a questa attività.

Tra gli argomenti principali di questo convegno ricorderemo:

una analisi dettagliata sulla neoplasia mammaria oggi; il ruolo della innovazione nella continuità delle strategie terapeutiche, con un chiaro riferimento alla terapia personalizzata; una main lecture in cui a discutere sulle innovazioni del tumore ovarico sarà la dottoressa Ketta Lorusso, oncologa pugliese di fama internazionale che presta la sua esperienza all’ospedale “Gemelli” di Roma. E ancora si sposterà l’attenzione sull’idea che la malattia non deve essere un limite all’inserimento sociale.

“La migliore cura possibile per ogni paziente” ha rappresentato il filo conduttore di tutte le edizioni precedenti di “Oncology for Primary Care” e lo sarà anche per questa X edizione. Si parlerà di prevenzione, diagnosi, trattamento, follow up, assistenza, sempre nell’ambito di una visione multidisciplinare della malattia oncologica. Si partirà dall’illustrazione dei dati epidemiologici del cancro in Italia e nel mondo, per giungere alla presentazione delle più recenti Linee Guida, delle Raccomandazioni Cliniche, dei risultati della ricerca, sino alle novità in ambito di terapia immunologica e di target therapy, tutto per assicurare ad ogni paziente oncologico i migliori trattamenti personalizzati.

Programma disponibile a questo link https://bit.ly/2Q5faFM

Venerdì 15 – sabato 16 novembre 2019

Centro Congressi Villa Romanazzi Carducci

Via G. Capruzzi 326 Bari