Taranto, Labriola su malavita

41

“Città sotto assedio”

ON VINCENZA LABRIOLABARI – “L’agguato a colpi di pistola al rione Tamburi, gli ordigni incendiari nel centro cittadino a minare l’attività degli esercizi commerciali regolari, le sempre più numerose rapine e un abusivismo dilagante, sono elementi inconfutabili che raccontano una Taranto in grave difficoltà, sotto attacco della criminalità, dal malaffare, e quasi abbandonata dalle istituzioni. Ci troviamo di fronte ad un imbarbarimento totale, che vede i cittadini per bene, stragrande maggioranza, ad avere paura di uscire di casa e di trovarsi al centro di una scena, drammatica, da far west”, lo dice l’onorevole Vincenza Labriola, capogruppo in commissione Lavoro per il Gruppo Misto alla Camera dei Deputati.
Di fronte a tutto questo le istituzioni, la politica, continuano a vivere in un mondo a parte – prosegue Labriola –, senza prendere il toro per le corna ed affrontare seriamente il problema. Nemmeno la campagna elettorale alle porte sembra svegliare dal torpore una certa Taranto, per la quale è forse più comodo non vedere. Il nuovo prefetto, il questore, il futuro sindaco, impediscano che il degrado aumenti ancora, aiutando la comunità a combattere chi semina il male. Serve altresì una maggiore presenza di forze dell’ordine per le strade e nelle piazze, deterrente fondamentale per i professionisti dell’ingiustizia”.