Taranto, Labriola su Ilva

86

palazzina Direzione Ilva

Inquinamento garantito giorno e notte. Da maggioranza solo ipocrisia”

TARANTO – “Chi vive a Taranto sa bene che Ilva inquina 365 giorni l’anno, di giorno come di notte. L’acciaieria devasta tutto ciò che ha attorno, il cielo, la terra e il mare. A farne le spese sono cittadini e lavoratori, questi ultimi anche sottoposti al rischio dovuto ad impianti fatiscenti che non garantiscono a chi opera la minima sicurezza. Le cronache di questi giorni hanno dato notizia delle ennesime emissioni notturne di fumi, e questo mentre non è ancora dato conoscere in quale modo Arcelor Mittal (naturalmente solo se la cessione giungerà a termine) innoverà lo stabilimento pugliese e quali tecnologie utilizzerà. Solo parole, o meglio, solo fumo”, lo dice l’onorevole Vincenza Labriola di Forza Italia candidata alla Camera dei Deputati nel collegio plurinominale Puglia 3.
La drammatica evidenza dell’incapacità dei commissari e dei governi nazionale e regionale è di fronte a tutti noi – prosegue –. Mentre il presidente Emiliano continua come un disco rotto a chiedere la decarbonizzazione, piano che l’acquirente non contempla affatto, Roma comincia forse ad avere contezza del disastro compiuto, a partire dalla fastidiosa quanto pasticciata ipotesi di coinvolgimento di Cassa Depositi e Prestiti. Forza Italia, una volta al governo del Paese, affronterà la questione Ilva passo dopo passo, individuando ogni soluzione di buon senso. Non abbiamo un solo piano, ma una strategia composita, dettagliata, chiara, che punteremo a mettere in atto a partire dal 5 marzo”.