Taranto, Labriola su Ilva

54

“Vendita per solo profitto, revisione Aia è cartina di Tornasole”

palazzina Direzione IlvaTARANTO – “Una fase di transizione che durerà due anni e che porterà la cordata guidata da Arcelor Mittal ad entrare completamente, sul finire, in possesso dell’Ilva. Due anni nei quali nulla si farà sotto il profilo ambientale, per la città, per i tarantini, obbligati a fare fronte da decenni ad una emergenza devastante, anche sanitaria. L’operazione di vendita dell’acciaieria, messa a punto dal governo nazionale, risponde esclusivamente ad una logica di profitto e di immagine, ben lontana dalle ragioni di tutela ambientale e dell’occupazione sbandierate da Palazzo Chigi e dai commissari”, lo dichiara l’onorevole Vincenza Labriola di Forza Italia, componente della commissione Ambiente alla Camera dei Deputati.
La copertura dei parchi primari a tre anni, prevista dalla richiesta di revisione dell’AIA, evidenzia i tempi lunghi di un’operazione ambigua, della quale i contorni non sono mai stati delineati chiaramente da Palazzo Chigi – prosegue Labriola –. Commissari e acquirenti, per di più esentati per legge da ogni responsabilità penale o amministrativa, non si prodigheranno affatto per modificare un copione già scritto. Tutto questo mentre l’esecutivo starà colpevolmente a guardare”.