Taranto, fase 3: società partecipate verso la costituzione di una holding

10

TARANTO – Confronto operativo tra il sindaco Rinaldo Melucci e i CdA delle società partecipate “Kyma Ambiente – Amiu”, “Kyma Mobilità – Amat” e “Kyma Servizi – Infrataras”.

Il primo cittadino, salutando soprattutto presidenti e componenti di nuova nomina, ha definito gli obiettivi a breve, medio e lungo termine che le tre società dovranno traguardare. «Il rapporto tra socio e partecipate è ispirato a lealtà e correttezza – ha spiegato il sindaco Melucci ai tre CdA -, ci aspettiamo da voi una performance adeguata alle prospettive che l’amministrazione ha per la città. Il rispetto della legalità, in questo processo, è un bene imprescindibile che deve ispirare ogni atto».

Dopo la prima fase di adesione alla riforma Madia e la seconda di razionalizzazione di personale e servizi ancora in corso, presto partirà una terza fase segnata dalla realizzazione di diversi macro progetti, che sfocerà nella costituzione di una holding.

«Dobbiamo entrare speditamente in questa fase – ha concluso il primo cittadino -, il nostro sistema ha accumulato un ritardo storico che solo grazie alla spinta impressa da questa amministrazione comincia a essere eroso. Dobbiamo recuperare terreno, guardando le altre realtà italiane che hanno trasformato le partecipate in forzieri per le amministrazioni, cancellando l’alone del carrozzone pubblico».