Specchia, tappa finale per “Lo Schiacciasogni” contro la violenza di genere

'lo schiacciasogni'

I dettagli

SPECCHIA (LE) – Ultimo atto per lo spettacolo teatrale “Lo Schiacciasogni”, che chiude il tour domenica 9 giugno ore 20:30 a Specchia , presso la Chiesa ex Convento dei Francescani Neri.

Giunge a compimento, dunque, il lungo percorso che, con grande successo, ha diffuso nelle scuole, negli auditorioum e nei palazzi di città, l’importante messaggio di lotta alla violenza di genere. E lo ha fatto utilizzando strumenti di comunicazione che potessero raggiungere l’animo degli spettatori in maniera forte e diretta, attraverso l’antica e nobile arte del teatro e la comunicazione orale.

Il progetto è promosso da Accademia d’arte Thymós di Vincenza De Rinaldis, ideato, scritto, diretto e interpretato da Giustina De Iaco dell’Ass. Teatro Dell’Argo e finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito del Programma Strordinario 2018 in materia di Cultura e Spettacolo Azione 2.

LO SPETTACOLO – La scena si apre su una donna avvolta nel bianco spigoloso, asettico. In un’atmosfera onirica ci accostiamo ai pensieri della protagonista che ripercorre nella memoria la sua storia d’amore e abnegazione nei confronti della vita e poi dell’uomo che ama. La voce che gli spettatori ascoltano è l’eco lontana di una voce che non ha più corpo. La protagonista cresciuta in una famiglia di stampo matriarcale, rinuncia alla sua natura in nome dell’uomo che ama. Le dinamiche della vicenda e la scelta registica vengono chiarite alla fine del racconto quando la luce domina la scena e la protagonista è costretta a parlare.

Lo Schiacciasogni è una storia frutto della fantasia ma che tragicamente trae spunto dalla vita di grandi donne del passato, esplicitate a singhiozzi nella narrazione. È una storia di denuncia, denuncia della violenza del maschio, ma anche dello strano, perverso e innaturale legame tra la vittima e il suo carnefice. Lascia l’amaro in bocca e invita a riflettere.