Si rafforza il sodalizio del Gruppo Bosch di Bari con il Politecnico. Mobilità leggera, energia i settori prioritari di studio, sviluppo, sperimentazione

7

 

Un Comitato Direttivo traccerà la “Road Map” per l’attivazione delle azioni congiunte, le strategie, le priorità

BARI – Il vertice di Bosch Bari con le società del gruppo: “Tecnologie Diesel S.p.A” e “Centro Studi Componenti per Veicoli S.p.A” rappresentate nell’ordine dal Direttore Tecnico e amministratore delegato, dott. Martin Gunnar Bogen assieme al Direttore commerciale e amministratore delegato, ing. Antonio Fabio Giuliani e dal General manager, ing. Antonio Arvizzigno, hanno incontrato, il 9 novembre, il Rettore del Politecnico, Francesco Cupertino per sottoscrivere un accordo di collaborazione che rafforza la già proficua attività scientifica del Poliba con le società del Gruppo tedesco con sede a Modugno (BA).

L’atto, di durata triennale, rinnovabile per pari durata, sottoscritto presso la sede del rettorato, rilancia con maggior vigore le azioni di collaborazione che diventeranno “globali” e non più legate ad esigenze specifiche, individuate caso per caso, con i singoli Dipartimenti del Poliba. Il rinnovato sodalizio, che sostituisce il precedente, sottoscritto nel 2017, mira ad individuare progetti comuni, nuove aree di ricerche e di innovazione di processi, sviluppo di tecnologie e prodotti, ma anche l’individuazione di un più facile accesso al finanziamento pubblico (regionale, nazionale, europeo). Particolare attenzione sarà dedicata allo sviluppo di sistemi innovativi e nuove architetture per applicazioni nell’ambito della mobilità leggera sostenibile ma anche connettività, sensoristica, elettrificazione, Iot e combustibili alternativi. Le società del Gruppo Bosch di Bari – è scritto – potranno contribuire all’attività didattica del Politecnico con la diretta partecipazione per l’erogazione di attività integrative quali tesi di laurea, tirocini formativi, stage.

L’accordo prevede, alla base delle iniziative che saranno attuate, la creazione di un Comitato Direttivo, costituito esclusivamente dai firmatari. Il Comitato dovrà tracciare la “Road Map” per l’attivazione di azioni congiunte, le strategie, le priorità. Il Comitato si avvarrà di una struttura interna mista, alla quale verrà delegata l’operatività dei progetti.
I commenti all’accordo.

Ing. Antonio Arvizzigno, General Manager, “Centro Studi Componenti per Veicoli S.p.A” – Bosch. “Il rapporto con il Politecnico è stato sempre un fiore all’occhiello per noi della Bosch di Bari perché ci ha sempre dato la possibilità di avere rapporti di alto livello e di assumere ingegneri molto qualificati e aggiornati. In questo momento particolare, per noi, la firma di questo accordo assume particolare importanza: è un momento di grossa trasformazione, in cui le tante competenze accumulate hanno bisogno di essere utilizzate in modo corretto e aggiornate. E’ un momento anche di disorientamento dei mercati ma anche di alta competizione. E’ quanto mai opportuno aumentare le sinergie con il Politecnico a cui siamo grati per aver voluto siglare questo accordo.”

Dott. Martin Gunnar Bogen, Direttore Tecnico e amministratore delegato, “Tecnologie Diesel S.p.A” – Bosch. “L’innovazione è fondamentale per Bosch per essere primi sul mercato. Anni fa abbiamo prodotto solo componenti per i motori diesel. Oggi, con una strategia di diversificazione abbiamo tanti altri prodotti. Anche qui molta innovazione. Mi piace ricordare il progetto “e-bike” a cui contribuiamo con la realizzazione di pezzi di motore per e-bike. Sul suo sviluppo, l’accordo sottoscritto, rappresenta una bella base per dare nuovo slancio.”

Ing. Antonio Fabio Giuliani, Direttore commerciale e amministratore delegato “Tecnologie Diesel S.p.A” – Bosch. Premetto la viva soddisfazione per il sodalizio con il Politecnico che si rinnova. L’innovazione è non solo legata al prodotto ma anche ai processi organizzativi e di sviluppo. A tal riguardo stiamo mettendo in campo una innovazione di processo che, sono sicuro, determinerà il successo della componentistica dei prodotti dedicati a e-bike Bosch. La qualificata presenza del Politecnico potrà contribuire a migliorare anche il settore organizzativo dei nostri processi aziendali”.

Prof. Francesco Cupertino, Rettore del Politecnico di Bari. Il rinnovo dell’accordo con le aziende del Gruppo Bosch di Bari conferma la qualità del lavoro di ricerca svolto in partnership in questi anni e offre nuove opportunità di sviluppo grazie anche alle prospettive che offrirà l’attuazione del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza). La mobilità sostenibile, ma anche l’utilizzo dell’energia per la mobilità, saranno punti fondamentali su cui si baserà la politica del Politecnico nei prossimi anni. A tale attività si unirà quella formativa dedicata ai nostri studenti. Ciò, nell’insieme, costituirà un importante investimento non solo per il Politecnico, ma anche per le aziende del territorio di prestigio come Bosch che collaboreranno con il nostro ateneo”.