“Scuola, Sport e Disabilità”: un convegno regionale per presentarne gli esiti

puglia (cartina con puntini)

I dettagli

BARI – Nella mattinata di venerdì 18 ottobre, negli spazi della Fiera del Levante di Bari, verranno mostrati gli esiti del Progetto Triennale “Scuola, sport e disabilità”, sviluppato sul territorio regionale nell’A.S. 2018/2019 dal C.I.P. Puglia, d’intesa ed in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia e la Regione Puglia.

Nello scorso anno scolastico, il progetto regionale “Scuola, sport e disabilità” ha coinvolto 118 scuole secondarie di I e II Grado, 616 alunni con diverse forme di disabilità e 940 alunni “tutor” loro compagni di classe. Promuovendo l’attivazione di interventi che garantiscano agli studenti con bisogni speciali la possibilità di praticare una sana attività motoria e sportiva, ci si prefigge di veicolare il concetto diinclusione come superamento dei confini sociali.

Il momento di incontro, pensato per raccontare ed esporre genesi e risultati relativi al secondo anno di progettualità, sarà moderato da Francesco Manfredi, delegato CIP Bari, e vedrà intervenire il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, l’Assessore regionale allo Sport per Tutti, Raffaele Piemontese, il Direttore Generale USR Puglia, Anna Cammalleri,Direttore del Dipartimento Salute, Dott. Vito Montanaro, il Dirigente Assessorato al Welfare, BenedettoPacifico, il Presidente Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancallieil Presidente CIP Puglia Giuseppe Pinto.

Il meeting conclusivo si aggancia naturalmente all’avvio del progetto nel nuovo anno scolastico, per consolidare in maniera continuativa l’obiettivo di un sempre più diffuso avviamento alla pratica sportiva paralimpica.

A conclusione del meeting, infine, verranno presentati i risultati preliminari del monitoraggio motorio portato avanti dalle Università di Foggia e di Bari, ideato per garantire un feedback scientifico della valenza progettuale.

A dimostrazione del fatto che si stia facendo eco sul territorio regionale, nonostante il convegno previsto per il 18 ottobre sia rivolto esclusivamente ai docenti delle scuole che avevano già preso parte alle attività, sono state numerose e inaspettate le nuove richieste di adesione all’incontro.