Regione, V Commissione: passa emendamento M5S

42

“Monitoraggio e prevenzione per i lavoratori esposti al radon”

Antonio TrevisiBARI – Nell’ambito della discussione odierna della proposta di legge “Norme in materia di riduzione delle esposizioni alla radioattività naturale derivante dal gas ‘radon’”, è stato approvato un importante emendamento firmato dai consiglieri M5S Trevisi e Casili che obbliga la Giunta regionale a realizzare una mappatura delle zone e dei luoghi di lavoro ad alta probabilità di elevate concentrazioni di radon fra quelle ricomprese nelle aree delimitate dal Piano Regionale Radon.

Con tale provvedimento – spiegano i consiglieri pentastellati componenti della V Commissione, Antonio Trevisi e Cristian Casili – la Giunta regionale sarà obbligata a definire un programma di monitoraggio sanitario dei soggetti che, avendo prestato o prestando la propria attività lavorativa in luoghi di lavoro ad elevato livello di esposizione al gas radon, siano da considerare a rischio di contrarre patologie oncologiche da radiazioni ionizzanti.”

Finalmente grazie a questo emendamento – incalza Trevisi – ci potrà essere uno studio epidemiologico completo riguardo al rischio di neoplasie connesso al livello di esposizione al gas radon. Le ASL, inoltre, dovranno disporre di un registro di patologia dei pazienti affetti da malattie oncologiche “sospette da gas radon”, nel quale sarà registrata la raccolta standardizzata dei casi di malattia e di relativi dati clinici. Il registro – conclude – dovrebbe essere gestito dall’Osservatorio Epidemiologico Regionale e sarà un importante strumento di prevenzione e studio degli effetti dell’esposizione al radon unico nel panorama nazionale.”