Putignano, “Carl Orff Music Festival”: i prossimi appuntamenti

17

 

Musica diffusa nel centro storico, appuntamenti con i libri, visite guidate. Il primo settembre Giovanni Impastato presenta il libro “Mio fratello”; il 3 settembre ACQUASUMARTE in concerto

PUTIGNANO – La grande musica del Carl Orff Music Festival è tornata a Putignano. La XVI edizione del festival internazionale di musica classica ha preso il via  tra grandi firme mondiali, produzioni originali e valorizzazione dei giovani talenti del territorio. Previsti anche appuntamenti con i libri, visite guidate gratuite della città e la musica al giardino pensile del Museo Civico.

Le serate del  2,  4 e  6 settembre daranno invece dedicate alla grande musica internazionale, con musicisti di caratura mondiale alle prese con grandi compositori classici come Arensky, Fauré, Beethoven, Schumann, Dvoràk. Ospiti di quest’anno i violinisti Gernot Süßmuth e David Castro-Balbi, i violisti Tomoko Akasaka e Felix Schartz, la violoncellista Jelena Očić, il contrabbassista Giovanni Rinaldi e il pianista Josè Gallardo.

Il 3 settembre tornano le visite guidate gratuite della città, delle installazioni in cartapesta e della bottega del coriandolaio a cura dell’Infopoint di Putignano (info e prenotazioni tel. 375.5453515 – email infopoint@comune.putignano.ba.it). Nuovi appuntamenti con L’estate che vorrei, l’intrattenimento danzante a cura di Enzo Calabritta il 4 settembre su Corso Umberto I.

Il  1° settembre Giovanni Impastato presenta il libro Mio fratello, Maura Gancitano e Andrea Colamedici presentano il progetto Tlon e il libro Specchio delle mie brame, Claudia Venuti presenta Pensavo fosse amore, invece era un caso umano (2 settembre).

La musica tornerà protagonista sabato 3 settembre, con il secondo appuntamento della rassegna “Melodie d’estate”, musica, teatro, danza e artigianato artistico al giardino pensile del Museo Civico a cura del Comune di Putignano – Assessorato alla Cultura e Teatro dei Leggeri. Alle ore 20:00 ACQUASUMARTE in concerto, Vincenzo Aversa, voce e chitarra acustica/basso acustico, Antonio Conte, tastiera, Francesco Todisco, batteria (posti limitati, info e prenotazioni: infopoint@comune.putignano.ba.it – tel. 375.5453515).

ACQUASUMARTE nasce a Monopoli (Bari) nel 2007 dal desiderio del musicista Vincenzo Aversa di realizzare, attraverso suoni essenziali e melodie ricercate, una fusione di diversi generi e tradizioni musicali per creare brani con chiari riferimenti nella storia della canzone d’autore italiana. Dal 2010 a oggi, ha partecipato a importanti festival tra i quali: “Dirockato”; “Modena 29 settembre”; “Controfestival”; “Giovinazzo Rock”; “BucoBum”; “Aritmia Mediterranea”; “Viva Del Re!”; “Autori”; “FARM Festival”; “Cellamare Festival”; “Cinzella Festival”; “La notte della Rivolta” e aperto i concerti di diversi artisti tra i quali: Brunori, Nobraino, Dimartino, Roberta Carrieri, Vegetable G E Lo Stato Sociale. Nel 2018, a distanza di quattro anni dall’album “Torniamo presto”, pubblica l’album “VIVERE NON SI PUO'” e nel 2019 l’album “VITA D’ARTISTA” con il supporto di Dischi Uappissimi: 14 nuovi inediti, registrati, missati e masterizzati da Fabrizio “Faco” Convertini, che si avvalorano delle collaborazioni di Renzo Rubino, Carmine Tundo, Bale Bulatovic, Giorgio Spada, Sebastiano Lillo, Ronny Gigante, Luciano D’Arienzo e Valentino Fanizza.

Nell’ambito della rassegna “Melodie d’estate”, dal 3 settembre prende il via Le forme dei metalli, personale di opere in metallo forgiato di Vito Capozza. In occasione di ogni evento in programma sarà presentata ed esposta un’opera dell’artigiano putignanese. Un’anteprima di una mostra più ampia che sarà inaugurata al Museo Civico durante il periodo natalizio. Anteprima visitabile gratuitamente negli orari di apertura del Museo (martedì-giovedì ore 9-13, venerdì-domenica ore 16-21).