Prosegue l’attenzione della stampa nazionale per l’hotspot di Taranto

48

Attenzione arrivata dopo la recente visita istituzionale della europarlamentare Cecile Kyenge

comune Taranto logoTARANTO – Dopo la recente visita istituzionale della europarlamentare Cecile Kyenge, una troupe di una emittente nazionale, nella scorsa settimana ha fatto tappa presso la struttura di immediata accoglienza presso il varco nord del Porto di Taranto.

La troupe giornalistica è stata accompagnata dal dottor Matichecchia, Comandante della Polizia Municipale del Comune di Taranto e dall’avvocato Simona Scarpati, assessore al welfare, politiche giovanili e dell’integrazione.

Il comandante Matichecchia ha illustrato gli aspetti attinenti alla gestione del sito, attualmente disciplinato da una Convenzione sottoscritta tra Prefettura e Comune di Taranto.

Al centro la questione dei minori non accompagnati.

A tal proposito, l’assessore al welfare, dopo aver evidenziato l’assenza nel sito di minori non accompagnati, ha fatto presente che la problematica si è registrata negli anni passati, in concomitanza con gli sbarchi massicci verificatisi al porto di Taranto.

“Particolare attenzione – assicura l’assessore Scarpati – viene posta dai Servizi Sociali e dal personale qualificato delle associazioni di volontariato che operano all’interno dell’hotspot, nella cura e nella salvaguardia dei minori non accompagnati che sono inseriti, con l’ausilio di personale altamente qualificato, nei 38 centri di accoglienza a ciò deputati, presenti sul territorio di Taranto e provincia”.

Da ultimo, si è anche segnalata la recente istituzione di una commissione interdisciplinare presso la ASL di Taranto tra i cui compiti vi è anche quello di verificare ed attestare la reale età dei minori migranti.