Prosegue la maratona partecipativa “Cavallino Bianco, il futuro è ora” su Zoom da Galatina

2

cavallino bianco (sala)

GALATINA (LE) – Fino al 4 giugno prosegue la maratona partecipativa “Cavallino Bianco, il futuro è ora”. Dal 24 maggio ha preso il via, infatti, il percorso di nove laboratori online, coordinati dall’esperto di metodi e processi partecipativi Fedele Congedo, architetto senior dell’Associazione Mecenate 90, per costruire insieme traiettorie condivise per il futuro del Teatro “Cavallino Bianco” di Galatina, in provincia di Lecce.

I laboratori accoglieranno anche esperienze e testimonianze del mondo della cultura. In particolare dopo la partecipazione di Cesare Liaci, presidente della Cooperativa Coolclub e vicepresidente del Distretto Puglia Creativa (giovedì 27), venerdì 28 maggio interverrà Gabriele Polimeno, autore, attore e regista della Cooperativa 29nove di Cutrofiano. Dopo la pausa nel fine settimana, lunedì 31 maggio parteciparanno all’incontro Carlo Infante, changemaker, docente freelance di Performing Media, progettista culturale e ipermediale, brainstormer, opinionista e presidente-managing director di Urban Experience, Alessandro Santoro, insegnante di materie letterarie e sostegno ed esperto di progetti di inclusione, presidente dell’Associazione Culturale Oistros, e Linda Eroli, presidente di Assitej Italia, organizzazione mondiale che opera dal 1965 e riunisce centinaia di teatri ed organizzazioni artistiche e culturali nei centri nazionali di oltre 80 Paesi. Martedì 1 giugno si collegheranno invece Susan George, già presidente di AIP2Italia – Associazione Italiana per la Partecipazione Pubblica, facilitatrice di processi partecipativi democratici, e Fabio Tolledi, direttore artistico e regista della compagnia Astràgali Teatro, presidente del Centro Italiano e vicepresidente della rete mondiale dell’International Theatre Institute dell’UNESCO. Giovedì 3 e venerdì 4 maggio, infine (anche se il programma è ancora in divenire), il percorso si concluderà con la testimonianza e il racconto di due esperienze teatrali: Teatro delle Albe di Ravenna, con la partecipazione del fondator e regista Marco Martinelli, e Tex dell’ExFadda di San Vito dei Normanni, primo teatro del sud Italia co-progettato, autocostruito e gestito dalla comunità che lo abita. La mattina (orario e luogo da confermare) di sabato 12 giugno si terrà un’Assemblea pubblica “in presenza” per restituire i risultati dei Laboratori.

Con la conclusione dei lavori di recupero che hanno interessato il Teatro “Cavallino Bianco”, il Comune di Galatina intende restituirlo alla pubblica fruizione, identificando le prospettive del piano di valorizzazione con i portatori di interessi, pubblici e privati. Il processo partecipativo è guidato da Mecenate 90, Associazione che in Italia svolge attività di assistenza tecnica agli Enti pubblici nei settori della valorizzazione e gestione dei beni culturali, dello sviluppo locale e della pianificazione strategica a base culturale. Per consolidare la comunità educante e individuare il ruolo possibile del Teatro nella formazione delle giovani generazioni, i sei Istituti scolastici della Città hanno aderito all’iniziativa convocando docenti, rappresentanti di famiglie e di studenti dei propri Consigli. Si avvia ora la fase di pieno coinvolgimento e adesione alle attività. Le comunità scolastiche, le associazioni, gli operatori della cultura, della creatività e dello spettacolo, i professionisti, gli esperti, sono invitati a ragionare insieme sui presupposti di cooperazione per la riapertura del Teatro, immaginato come hub culturale, a partire dalle esperienze e dalle competenze vissute, per raccogliere ed elaborare elementi di indirizzo come mattoni costruttivi del futuro prossimo.

Al link https://bit.ly/MaratonaCavallinoBianco sono aperte le iscrizioni per partecipare alla maratatona. Compilando e inviando il form si ottengono tutti i link di accesso ai laboratori. In questo modo ogni partecipante può liberamente perfezionare la propria iscrizione a una o a più tappe. Per far crescere da subito i contenuti di discussione sono previsti 2 moduli digitali immediatamente accessibili a tutti, uno per le comunità scolastiche (https://forms.gle/6imkX5PLX21DEi2X7), uno per tutti gli altri partecipanti (https://forms.gle/5jwMYDzF5FTXVV198). Viene così alimentata una grande lavagna digitale comune già pubblicata online https://bit.ly/ilfuturoadesso, che crescerà con l’avanzare delle risposte e della maratona.