Presentato il cartellone Noci Estate 2019

banner social

L’Amministrazione ha presentato il cartellone eventi “Noci Estate 2019. Noci Città delle Arti e della Cultura”. Al via anche il concorso “Centro storico in Fiore”

NOCI (BA) – L’Amministrazione Comunale ha presentato alla stampa e ai presenti questa mattina, 12 luglio, il cartellone eventi “Noci Estate 2019”. Un programma articolato, che ha richiesto molto lavoro, allo scopo di iniziare a muovere i primi veri passi verso il più ampio progetto “Noci Città delle Arti e della Cultura”, annunciato in campagna elettorale prima e durante la presentazione delle Linee programmatiche di governo poi.
«Si tratta solo dell’inizio – ha specificato il Sindaco, Domenico Nisi, dopo aver ringraziato gli uffici e tutte le associazioni e gli operatori culturali, che come sempre non hanno fatto mancare il loro fondamentale contributo. – Proprio in questi giorni siamo in fase di definizione per alcuni eventi importanti, che ospiteremo a Noci a partire da ottobre e che vedranno l’avvio ufficiale del Museo Archivio di Noci e degli spazi che fanno parte del museo diffuso, usati finora solo a spot. L’idea è quella di programmare una serie di mostre di livello, in grado di attirare a Noci visitatori e di rispondere in modo concreto alle esigenze che emergono dalla nostra comunità. Peraltro sono in corso le attività necessarie a formalizzare l’adesione al consorzio Costa dei Trulli, con lo scopo di entrare dentro una programmazione sovracomunale, in rete con altri Comuni. Annuncio inoltre che è quasi conclusa la procedura per l’affidamento dell’Info Point turistico, il quale sarà riaperto a giorni, in modo da poter riattivare anche questo servizio ormai fermo da anni».

Noci Estate 2019
Il cartellone presentato contiene alcune iniziative che hanno già uno storico e alcuni elementi di novità. Al centro l’enogastronomia, la musica, il cinema e la fotografia. È stato il Consigliere comunale delegato alla Cultura Mariano Lippolis ad entrare nel dettaglio del programma, oltre che ad illustrare gli obiettivi che stanno informando in modo interconnesso vari settori dell’Amministrazione comunale.

«Doverosi alcuni ringraziamenti: all’Assessore Marta Jerovante al consigliere Barbara Lucia per la collaborazione mai fatta mancare in questi mesi, all’Ufficio Ragioneria e all’Ufficio Cultura, nella persona di Franco Sonnante, per il loro fondamentale lavoro, e a tutte le associazioni per tutte le proposte che ci hanno fatto pervenire, sintomo questo dello stato di salute del tessuto associativo» ha premesso il consigliere Lippolis.

«Il programma che oggi presentiamo è stato un mosaico difficile da comporre – ha spiegato il consigliere Lippolis. – Innanzi tutto perché parliamo di un cartellone che si prolunga per sette mesi, che ha visto il suo avvio a maggio e si prolungherà fino a novembre. In secondo luogo perché sono venuti meno diversi festival che, negli scorsi hanno, riuscivano a riempire con un’offerta di qualità oltre una ventina di giorni durante l’estate. Ciò soprattutto per il venir meno del fondamentale sostegno del tessuto produttivo locale, a causa della crisi che sta vedendo molte aziende attraversare un momento di forte crisi. Il nostro è un Comune che, come tanti altri, vive un momento di oggettiva difficoltà ma che, nonostante tutto e non senza difficoltà, ha deciso di investire sulla cultura perché siamo fortemente convinti che essa sia strumento di emancipazione e motore di nuova economia. Fortunatamente, l’oculatezza con cui sono state gestite le finanze comunali negli anni, ci consente oggi di poter mettere i primi passi verso un salto di qualità vero, all’altezza di un territorio che ha tanto da esprimere. Si tratta di un cartellone che punta molto sullo spettacolo, dalla musica al cinema, sulla gastronomia ovviamente, ma che non trascura l’approfondimento e l’arte. Tuttavia – ha tenuto a sottolineare Lippolis, – vanno anche registrate positivamente le tante novità e le nuove collaborazioni e sinergie che si sono venute a creare».

Ma veniamo al dettaglio. Non potevano mancare nella città che è conosciuta per la gastronomia, eventi che continuino a tenere alto questo brand, ben sette quest’anno da maggio a novembre: si è iniziato l’11 maggio con la Giornata nazionale della cultura del vino e dell’olio organizzata dall’AIS; in due weekend di maggio si è svolto Taste of Noci, kermesse a cura di AIS Puglia, Puglia Trek&Food, AgriCultura e Confartigianato Noci, che ha offerto una vetrina importante alle migliori etichette pugliesi e alle migliori tradizioni culinarie nostrane; il 1 giugno abbiamo assistito alla presentazione del volume Gusti aristorcratici in Puglia tra Ottocento e Novecento, che ci consegna il ricettario della famiglia Lenti-Bacile. Ora si prosegue, dal 19 al 21 luglio, con la prima edizione di Birra G’Nostra, festival organizzato dalla birreria Attenti al Luppolo allo scopo di promuovere i micro-birrifici artigianali e la cultura brassicola. Il 25 e 26 agosto Pizzeria San Berardo festeggia i suo 20 anni nel cuore di Noci con workshop e degustazioni. Dal 4 al 6 ottobre torna la Sagra del Fungo dell’associazione Compagnia del Fungo, quest’anno in pieno centro, tra Piazza Plebiscito e la Villa Comunale. Dal 17 al 20 e dal 24 al 26 ottobre, Pasqualino Gourmet Eventi propone Noci a tutto food al Foro Boario. E infine, è confermato il ritorno il 9 e 10 novembre di Bacco nelle Gnostre.

Assoluta novità, il sostegno che il Comune di Noci ha accordato all’associazione Puglia Trek&Food per promuovere un calendario di escursioni alla scoperta del territorio, con La “civiltà della pietra in terra” di Noci: cinque appuntamenti, assolutamente gratuiti, per far conoscere nuovi itinerari verdi, tra pietra a secco e masserie, ripercorrendo antiche vie, tra storie e leggende e vivere vere e proprie esperienze sensoriali e olfattive.

Proseguendo sulla strada della promozione del territorio, come promesso, dal 6 all’8 settembre, torna a Noci il 20° Raduno del cavallo Murgese e dell’asino di Martina Franca.

Noci celebra quest’anno il Centenario della nascita di Vittorio Tinelli. L’attualità della sua opera impegna a ritrovare nella parola del popolo il valore delle opere, e a riconoscere per ognuno capacità, abilità e spirito di relazione. Per questo concretizziamo con il Rimettere nel cuore amore per la comunità nostra, la pubblicazione delle opere e l’appartenenza alla Comunità nostra.

Torna Il cinema in stazione, grazie alla collaborazione tra le associazioni Loco52, Daido, Puglié e NociCinema: tre serate dedicate al cinema orientale, una serata dedicata a Troisi, a 25 anni dalla morte, che vedrà anche la partecipazione di Anna Pavignano, sceneggiatrice di molti dei suoi film di maggiore successo, e due serate dedicate al TagliaCorto, che appassiona tanti nocesi e non solo.

Un ruolo importante avrà la fotografia, con due mostre già programmate, AmareMurgia, a cura dell’associazione San Pio, e I giorni della fotografia di Noci, una collettiva di sei fotgrafi a cura di Artimiele, con una serie di eventi collaterali che avranno lo scopo di far dialogare la fotografia con altri linguaggi delle arti riscoprendone armonie ed affinità (musica, teatro, poesia, letteratura). All’interno della proposta culturale si svilupperanno alcuni progetti di approfondimento con gli allievi del Liceo da Vinci-Agherbino. Mostre che anticiperanno l’avvio a ottobre di un’iniziativa di grande spessore, che vedrà sempre protagonista il mondo della fotografia.

Torna dal 12 al 15 settembre il Piccolo festival della parola, il cui programma è in fase di definizione e sarà presto annunciato, anche quest’anno con ospiti di livello.

Non mancherà la musica, con oltre 20 concerti: si segnala la rassegna Un palco in collina a cura di Gioia e Vita srl, che porterà a Noci artisti noti al grande pubblico; il concerto della cantautrice Patrizia Laquidara a cura di Vive d’Arte Eventi; il ritorno di Radici Glocal Music Fest, oltre che gli appuntamenti a cura del Comune di Noci.

Noci Città delle Arti e della Cultura
«Il progetto, perfettamente in linea con la strategia Europa 2020 e con il Piano strategico della Cultura della Regione Puglia, va a integrare e completare quella che è l’offerta delle associazione, nasce da un’attenta analisi del contesto socio-culturale, che va ben oltre gli eventi in cartellone – ha spiegato il cogliere Lippolis. – Gli obiettivi che caratterizzano il progetto sono la destagionalizzazione dell’offerta, maggiori investimenti nella cultura, turismo e politiche giovanili, attrarre nuovi investimenti, anche esterni, e mettere a sistema i tanti spazi che abbiamo, affinché possano diventare luoghi di crescita intelligente. Il tutto parte dalla convinzione che la Cultura può generare opportunità di lavoro e nuova economia».

È stato immaginato un percorso che intende porre l’accento sulla predisposizione all’ascolto in una dimensione intimista data dal connubio tra testi e musica, prerogativa dell’arte cantautoriale, tale per cui l’Amministrazione Comunale promuove un incontro con uno dei maggiori interpreti sulla scena italiana: Luigi “Gino” De Crescenzo, noto come Pacifico, che sarà il 28 luglio in Piazza Garibaldi, tappa del suo “Bastasse il cielo summer tour 2019”.

Immancabile l’appuntamento con la Serata dell’Emigrante, che quest’anno si svolgerà il 12 agosto e vedrà l’esibizione della cantante e scrittrice Teresa De Sio in tour con il suo ultimo disco, “Puro desiderio”.

Al fine di non interrompere la lunga e prestigiosa tradizione di incontri con la musica jazz, alla quale il pubblico nocese è affezionato e attento, l’Amministrazione promuove due serate presso l’anfiteatro dell’ex piscina comunale: il 19 agosto appuntamento con il trio composto da Peppe Servillo, Javier Girotto e Natalio Mangalavite. Il progetto “Parientes”, eseguito dai tre musicisti, rappresenta un ulteriore momento di approfondimento circa il tema della migrazione, poiché è un viaggio nei ricordi, tra le persone, nell’immaginario di un popolo migrante che ha dato vita ad un’altra cultura e, nel contempo, ha preservato la propria portandovi nuova linfa; il 20 agosto appuntamento con un virtuoso della tromba quale è il trombettista italiano Fabrizio Bosso, in duo con il pianista Julian Oliver Mazzariello con il progetto “Tandem”.
Da qualche anno sta spopolando tra i giovanissimi, il genere Trap, che deriva dal rap statunitense sviluppatosi negli anni ‘90 ad Atlanta, pur rompendo gli schemi ritmici del rap/hip-hop hold school. Abbiamo voluto offrire ai più giovani la possibilità di conoscere ed indagare generi musicali che in parte sono stati antesignani del genere Trap, sonorità, ritmica e tematiche affrontate, attraverso un incontro con il rapper e cantautore Frankie Hi nrg-mc, che il 27 agosto presenterà il suo libro “Faccio la mia cosa” e, a seguire, terrà un live showcase.

L’offerta e ricca e articolata, studiata per accontentare tutti senza mai perdere di vista la qualità. Tutti gli aggiornamenti sul programma, saranno pubblicati sulla pagina Facebook “Noci Città delle Arti e della Cultura”.

Centro storico in Fiore: al via la seconda edizione del concorso
Tutto pronto anche per la riedizione estiva del concorso promosso dall’Amministrazione Comunale per promuovere la cittadinanza attiva e il decoro del centro storico. Diciotto i partecipanti, tutti indicanti nelle mappe che saranno in distribuzione a partire da oggi. L’urna sarà posizionata presso il bar Il Campanile in Piazza Plebiscito. Si potrà votare, esprimendo massimo due preferenze, fino all’8 settembre. A decretare i vincitori sarà il voto della giuria popolare e quello della commissione nominata dal Sindaco, composta dalla Segretaria comunale Avv. Paola Giacovazzo, dall’architetto Nicola Boccardi, dalla blogger Anna Gentile, già componenti della commisisone della prima edizione, oltre che dalla vivaista Alessandra Pisciarino e da Antonio Pastore, referente dell’associazione Yallers. E gli Yallers, novità di quet’anno, entrano nella manifestazione come media partner. L’associazione, impegnata a creare occasioni di incontro tra persone con gli stessi interessi, online attraverso i social e nel mondo reale in occasione di eventi e attività che organizza su tutto il territorio nazionale, darà ampia visibilità all’iniziativa e al nostro centro storico. Basti pensare che l’associazione ha 1,1 milioni followers su Instagram (di cui 43.000 solo in Puglia) e 32.00 sulla pagina Facebook. La collaborazione si concretizzerà inoltre con una invasione digitale programmata per il 15 settembre, in occasione del Piccolo festival della Parola. La premiazione dei del concorso è fissata per il 29 settembre presso il Chiostro delle Clarisse.

Come ha sottolineato il Sindaco, «per testimoniare la nostra vicinanza a quanti si impegnano per rendere il nostro centro storico sempre più bello, alcuni consiglieri hanno donato dei fiori, che sono stati personalmente piantati nei vasi in stato di abbandono».