Novoli, Focara: si chiude con lo spettacolo Vox poetica

70

valeria vetruccio

Appuntamento per venerdì

NOVOLI (LE) – Grande chiusura della Fòcara 2018 con lo spettacolo “Vox poetica”. L’evento si terrà venerdì 19 gennaio 2018, alle ore 20.30, al Teatro Comunale di Novoli (Le).

Lo spettacolo è portato in scena dalla Compagnia Salvatore Della Villa che ha già aperto il cartellone degli eventi legati ai festeggiamenti di Sant’Antonio Abate, lo scorso 7 gennaio con “Il piccolo principe”. Della Villa ritorna in scena con una manifestazione unica nel suo genere, basata su una partitura cromatica di poesia e suono che si aprono in un accordo fino a divenire concerto. A mescolarsi perfettamente con la “vox poetica” del maestro, le note del pianoforte di Valeria Vetruccio, insieme alle architetture sonore di Gianluigi Antonaci.

Tutto si sviluppa in un vero e proprio concerto poetico, in un gioco continuo di pulsioni ricercate nei testi, nella timbrica, nelle armonie e nelle sonorità del corpo.

Salvatore Della Villa è attore, regista e musicista, formatosi presso il Centro D di Torino con Iginio Bonazzi. Ha diretto e interpretato lavori di Pirandello, Cechov, Guy De Maupassant,e altri. Ha lavorato anche con Riccardo Caporossi e Anna Mazzamauro. Per il cinema ha collaborato con Edoardo Winspeare, Alessandro Preziosi e Diego Abatantuono. Docente di Tecnica Fonetica e Didattica della Voce, da diciotto anni dirige la sua Scuola di Teatro a Lecce, ora centro di formazione “La macchina attoriale”. Ha prodotto opere importanti, interamente autofinanziate, come “Il piccolo principe” di Antoine de Saint-Exupéry e “Il grigio” di Giorgio Gaber.

Valeria Vetruccio, leccese, si è diplomata presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, sotto la guida del M° B. V. Massaro. Si è in seguito perfezionata con i Maestri A. Delle Vigne, F. Scala e R. Risaliti. Dopo il brillante debutto all’estero all’età di 17 anni presso la Wiener-Saal del Mozarteum di Salisburgo, si è esibita in Belgio, Austria, Germania, Francia, Spagna, Bulgaria, Messico, Australia, Polonia, Canada, Israele, Turchia, Hong Kong. Ha suonato e suona regolarmente in qualità di solista con orchestre sinfoniche e da camera, tra cui, in Europa, l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, l’Orchestra Filarmonica di Wrocalw (Polonia), i Solisti di Napoli. E’ attualmente docente di pianoforte presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce.

Gianluigi Antonaci è pianista, compositore ed informatico musicale, nato a Zurigo, vive ed opera nel Salento. Già docente di “Modelli d’analisi e trattamento digitale del suono” e di “Laboratorio di restauro audio” per il Dipartimento Nuove Tecnologie presso il Conservatorio “T. Schipa” di Lecce, organizza laboratori di teatro-musica, corsi di specializzazione in informatica musicale, corsi di formazione per docenti su tematiche quali multi/ipermedialità e creatività. Ha composto le musiche per “Il Grigio” di Giorgio Gaber e Sandro Luporini e per “Il Piccolo Principe”, sempre con la regia e interpretazione di Salvatore Della Villa.