Mottola, il 2 luglio 2022 le “Serenate” nel centro storico

10

Nell’ambito del Festival Internazionale della Chitarra- Città di Mottola domani  l’incanto delle Serenate con i concerti gratuiti  tra vicoli e piazzette del centro storico medievale

MOTTOLA (TA) – Sabato 2 luglio, a Mottola, uno degli appuntamenti più attesi: nel centro storico musiche dal mondo. Sono il simbolo, per eccellenza, della chitarra. Rievocano la magia di un tempo passato, di luoghi intimi e del gusto dello stare insieme. Sono le “Serenate” che, sabato 2 luglio, animeranno il centro storico medievale di Mottola nell’ambito del Festival Internazionale della Chitarra- Città di Mottola in provincia di Taranto. Un’occasione per vivere un’atmosfera unica, fatta di sonorità lontane che, da tutto il mondo, riecheggeranno tra vicoli e suggestive piazzette. Tutti concerti gratuiti- a partire dalle ore 20:30- che il pubblico potrà seguire comodamente seduto o in maniera itinerante, in base ai propri gusti musicali. In ogni postazione, infatti, si alterneranno più ensemble e solisti.

Mottola, con le sue case imbiancate a calce tipiche dei borghi pugliesi, diventerà contenitore di un viaggio musicale imperdibile. Ci sono le colonne sonore di celebri film come “La finestra di fronte”, “C’era una volta in America” o “Colazione da Tiffany” grazie al repertorio latin di Yerba Mate Trio, ma anche i suoni sudamericani impreziositi dall’esibizione di due tangheri e dall’omaggio a Tito Schipa e al suo tango El Gaucho con Le 13 -Le tre donne chitarriste. Ancora: musica classica con Duo Boutros tra Bach, Satie, Piazzolla, Khachaturian, oltre a composizioni originali di Boutros, chitarrista e compositore ispirato dalle musiche popolari d’Armenia. La Puglia, poi, omaggia Domenico Modugno con i Radicanto e una musica che accompagna il racconto teatrale della voce narrante Maria Giaquinto. In scena, una donna attraversa le stagioni della vita dell’artista, sino alla carriera internazionale. Altro omaggio ad Agustin Barrios Mangoré con Mangoré: da questo duo sono nate molteplici produzioni musico-teatrali. Le loro performance si caratterizzano per una ricerca culturale ricca di originalità. Il gypsy jazz sarà protagonista con Pietro Lazazzara Gypsy Jazz Quintet. ll concerto, oltre ai classici del repertorio jazz e manouche, propone un programma variegato che coniuga la creatività espressiva dello swing anni ’30 e composizioni di Lazazzara.

A ripercorrere il cantautorato italiano sarà Pietro Verna Trio con De André, Battisti, Fossati, Capossela e brani dello stesso cantautore pugliese Verna. Ma non è tutto: grande attesa per l’esibizione di chitarra classica di William Jenks (per lui concerti in tutto il mondo e l’insegnamento nella prestigiosa Marylhurst University) e, a seguire, Fabio Macera (chitarra, world music, ha suonato anche con Amy Stewart, Sarah Jane Olog, Eddy Palermo) e Filippo Cosentino (chitarra baritona, jazz, compositore di colonne sonore e autore di dischi bestseller). Artisti che si ritroveranno poi a suonare insieme alle ore 23. Infine, canto popolare d’autore nell’esibizione di Col Sud a tracolla – Vito Signorile (canzoni di Matteo Salvatore, Otello Profazio, Enzo del Re, Silvano Spadaccino e Pietro Basentini tra sogni, illusioni e allegria di un grande popolo). Start concerti ore 20:30, ingresso libero.

La manifestazione è organizzata dall’Associazione Accademia della Chitarra ed è patrocinata da Regione Puglia, Comune di Mottola, Lions Club Massafra-Mottola “Le Cripte” e Pro Loco. Info: 3476406456.