Mostra personale del maestro Amadio a Foggia

15

locandina

FOGGIA – La CONTEMPORANEA GALLERIA D’ARTE ospiterà dal 13 febbraio all’11 marzo 2021, alla propria galleria a Foggia, in viale Michelangelo 65, la mostra personale dedicata al noto artista umbro Giuseppe Amadio e curata dal GALLERISTA D’ARTE GIUSEPPE BENVENUTO.

L’inaugurazione si terrà sabato 13 febbraio dalle ore 17,00 alle ore 20,30 rispettando tutti i regolamenti ANTICOVID.

La mostra prevede l’esposizione di quattordici opere di grande formato del Maestro, le cosiddette estroflessioni, le quali consistono in tele monocrome in rilievo, a metà tra pittura e scultura.

Giuseppe Amadio è considerato uno dei maggiori maestri dell’arte contemporanea italiana, con le sue estroflessioni di tela.

Le sue opere si caratterizzano soprattutto per l’uso di un linguaggio concettuale, ed hanno permesso ad Amadio di affermarsi con successo nell’ambiente artistico, diventando uno degli artisti contemporanei più interessanti e riconosciuti sia in Italia sia all’estero, ad esempio grazie ad esposizioni a Londra e Miami. È anche molto apprezzato dalla critica, che lo definisce un artista dallo stile “anti-minimalista”.

Influiscono sulle opere di Amadio l’Astrattismo, lo stile di Lucio Fontana e lo Spazialismo; Amadio supera la bidimensionalità e conferisce importanza allo spazio ed alla materia. Le sue opere, però, non presentano squarci o lacerazioni, bensì seguono linee morbide che solcano la tela come orme, passaggi di un qualcosa che scandisce il passare del tempo; tempo e spazio, quindi coesistono in queste grandi tele monocrome.

La tecnica usata da Giuseppe Amadio è sicuramente ispirata alle suddette correnti novecentesche, ma è soprattutto frutto di una ricerca e sperimentazione personale; il colore, elemento fondamentale, costituisce l’ultimo passaggio del processo creativo e viene applicato usando resine e tinte a base di gomma di caucciù, molto elastiche e adatte a conformarsi alle tele.

Questa esposizione è un’importante occasione per venire a contatto con opere in cui sono fondamentali la matericità e la tridimensionalità dello spazio, e che sono perciò nate per essere osservate da vicino, creando un dialogo ed una relazione di vicinanza e diretto contatto con lo spettatore.

La mostra, a ingresso libero, sarà visitabile tutti i giorni dalle 10,00 alle 13.00 e dalle 16,00 alle ore 20,00.