Mercatino del Gusto di Maglie, dall’1 al 7 agosto 2022

8

Più espositori e tante novità per la  ventitreesima edizione

MAGLIE – Durerà una settimana invece di cinque giorni: appuntamento a Maglie dall’1 al 7 agosto. Avrà come parola-totem l’aggettivo “Durevole”, aggiungerà alle sue attrattive un’inedita “Via dell’Ortofrutta” e un caffè letterario importante e – particolare non trascurabile – sarà oggetto di uno studio dell’Università di Oxford sulle ricadute turistiche dell’enogastronomia locale, unico appuntamento europeo analizzato assieme a un’altra manifestazione che si tiene invece a Londra.

Manca insomma un mese alla  ventitreesima edizione del Mercatino del Gusto di Maglie, e il morale, nonostante i tempi difficili, è altissimo. Perché l’edizione 2022 della rassegna enogastronomica che vanta più tentativi di imitazione è contrassegnata da non pochi motivi di soddisfazione. In primis, appunto, la possibilità di allungare i tempi del Mercatino, e un numero maggiore di espositori rispetto agli scorsi anni: “La conferma che si tratta dell’edizione della ripartenza effettiva”, spiegano ad una sola voce i fondatori della kermesse. Ma non è l’unico motivo che rallegra Michele Bruno, Salvatore Santese, Giacomo Mojoli: il Mercatino del Gusto è stato infatti inserito – UNICA MANIFESTAZIONE ITALIANA – nel progetto di ricerca “Food Festivals, Place e Wellbeing”, condotto dagli studiosi Giulia Rossetti (Oxford Brookes University), Allan Jepsen (Università dell’Hertfordshire) e Valentina Albanese (Università dell’Insubria), incentrato sullo studio della modalità con cui gli eventi enogastronomici influiscono sul benessere di chi vi prende parte. E pochi eventi come il Mercatino del Gusto, pioniere assoluto (non solo in Puglia) sui temi della qualità del cibo, del rispetto del territorio, dell’importanza della tradizione in agricoltura e a tavola, hanno saputo costruirsi un’identità e una reputazione inconfondibili che hanno a loro volta strutturato una comunità ben definita e molto estesa di estimatori.

Ma ancora: il primo agosto si inaugura presso il Museo “l’Alca” di Maglie “A tavola con Gio Ponti. Gli angeli apparecchiano”, mostra dedicata al grande architetto e designer milanese che racconta le contaminazioni tra la cultura del progetto e quella del cibo: a cura di Cintya Concari e Roberto Marcatti e con la co-curatela di Salvatore Licitra di “Gio Ponti Archives”. E poi la gradita sorpresa di essere stati censiti nel portale http://italive.it, e ammessi alle votazioni per il “Premio Italive 2022”, patrocinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (promosso da Consumerlab e Comitas con la partecipazione di Autostrade per l’Italia e la collaborazione di Coldiretti; si può votare fino a fine anno al link sul link https://italive.it/mercatino-del-gusto/i.

E infine la soddisfazione di averci visto giusto: PickEat, giovane startup che promuove l’ottimizzazione dei tempi di servizio e la riduzione degli sprechi nel settore della ristorazione e che per questo collabora con il Mercatino del Gusto fin dallo scorso anno, ha di recente vinto la Pitch competition organizzata da JEME Bocconi nell’innovativo Spazio Lenovo di Milano.

L’impegno, insomma, premia. “Durevole, perché sostenibile… Pensate alla bellezza delle parole”, scrive Giacomo Mojoli. “Nel nostro caso, al significato simbolico che negli anni alcune di esse hanno avuto per le tante edizioni del Mercatino del Gusto. La Cura, la Bellezza, la Gioia, il Baratto, la Gratitudine o la Reputazione, sono alcuni dei termini che hanno dato un’identità e una visione innovativa a un evento unico, ma costante nel tempo come questo di Maglie. Non a caso tutto ciò che viene ideato e disegnato con gli occhi del futuro, con cura e con il principio di fondo di “fare bene le cose”, deve contenere in sé, come prerequisito, l’elemento di perdurare nel tempo, di essere durevole. Semplicemente, quindi, quello che è sostenibile dovrà essere anche durevole, e, la durevolezza, amalgamata con la cultura del progetto, è in fondo la ricetta che il Mercatino del Gusto ha attinto dal passato, per renderla contemporanea. Nasce dal mondo agricolo e dall’artigianato, da un’idea nuova di turismo, di gastronomia, da una multidisciplinare interpretazione degli eventi e dal baratto delle esperienze. Ma soprattutto dall’aver capito che per salvaguardare e sviluppare la bellezza e la reputazione dei territori, della Puglia e dell’Italia, è necessario prolungare, con gratitudine, la vita di ciò che consumiamo e di ciò che utilizziamo. Possibilmente con gioia”.

Mercatino del Gusto 2022 è Grande Evento di Puglia Promozione, Presidenza del Consiglio Regionale della Puglia, Assessorato regionale all’Agricoltura, Assessorato regionale al Turismo, Assessorato regionale allo Sviluppo Economico, Camera di Commercio di Lecce, Comune di Maglie.