Labriola su vertenza Tct Taranto

“Solo il rilancio del Porto può salvare i lavoratori

comune Taranto logoTARANTO – “Nella risposta all’interrogazione da me presentata in commissione sulla vertenza degli oltre 500 dipendenti della Taranto Container Terminal, sottoposti a procedura di licenziamento, il sottosegretario al Lavoro, Massimo Cassano, ha assicurato un monitoraggio del ministero sugli sviluppi della vicenda, considerando per di più che dall’autunno i lavoratori non potranno più fruire della cassa integrazione, non prevista in caso di cessazione di attività. Una situazione particolarmente delicata nei confronti della quale auspichiamo che Roma mantenga accesi i riflettori. Quel che è certo è che solo un rilancio vero delle attività del molo polisettoriale potrà salvare i portuali tarantini dalla perdita del posto di lavoro. Nel rilascio delle concessioni sia data la priorità all’impresa che assorbirà in toto i dipendenti della TCT. La professionalità acquisita negli anni delle maestranze del porto rappresenterà un valore aggiunto per l’azienda aggiudicatrice del bando”, così l’onorevole Vincenza Labriola, capogruppo per il Gruppo Misto in commissione Lavoro.