In Puglia c’è WeDo Academy: Summer Camp di educazione imprenditoriale per giovani di 10-19 anni

9

banner

Nasce “WeDo Academy” per ragazze e ragazzi dai 10 anni che vogliono approcciare lo spirito e la mentalità imprenditoriale

LECCE – WeDo Academy nasce nello spirito del “give back”, ossia dalla volontà di restituire alle giovani e giovanissime generazioni una parte del successo e delle soddisfazioni che si è ottenuto nella propria vita, ed è probabilmente il primo impianto formativo ed esperienziale che concentra la propria attenzione nell’avvicinare i giovani e giovani_futuro.jpggiovanissimi (a partire dai 10 anni) allo spirito e alla mentalità imprenditoriale.

A pensare e a dare vita a questo nuovo progetto vi è un piccolo gruppo di professionisti ed esperti in vari ambiti, accomunati, appunto, dalla voglia di mettere a disposizione le proprie conoscenze ed esperienze affinché possano tornare utili alla formazione di nuove competenze nei giovani. La vera e grande innovazione del progetto risiede nella scelta dell’area di intervento e di specializzazione dell’Academy, ossia la Entrepreneurship Education (educazione all’imprenditorialità), con particolare attenzione rivolta allo sviluppo nei giovani partecipanti dello spirito e la mentalità imprenditoriale, meglio conosciuta come la “entrepreneurial mindset”.

Il progetto pilota prende il via con un Summer Camp che avrà luogo a Lecce, nel Salento, dal 12 al 16 luglio 2021 e sarà una full immersion di 35 ore ricche di creatività, innovazione e cambiamento rivolta a 26 giovanissime ragazze e ragazzi dai 10 ai 19 anni. Da un lato il Summer Camp prevede numerosi incontri con Testimonial Ispiratori (imprenditori, startuppers, esperti, etc.), che racconteranno ai ragazzi le loro storie di successi (ma anche di fallimenti) in diversi ambiti della realtà, dalla tecnologia al turismo, dalla moda all’agroalimentare, dalla finanza all’aerospaziale, etc. Dall’altro, saranno realizzati veri e propri laboratori di ideazione e sviluppo di nuove micro idee imprenditoriali (startup) da parte dei partecipanti raggruppati in team e . seguiti e coadiuvati da coach e mentor.

Un’altra importante novità è rappresentata dalla ricerca, da parte dei promotori dell’Academy, di Aziende e Imprenditori Supporter per mettere in atto l’iniziativa “Supporta un piccolo imprenditore in erba”. È un principio singolare secondo cui saranno attivate e disponibili numerose Borse di Studio, sostenute e sovvenzionate da aziende, imprenditori e professionisti. Il principio vuole che sia il mondo imprenditoriale stesso a credere in questa tipologia di formazione rivolta ai giovani, al punto tale da voler essere protagonisti attivi e, in un certo senso, mecenati, finanziando e supportando economicamente i percorsi dei ragazzi.

Chiunque fosse interessato a questa nuova ed intrigante realtà italiana, Testimonial, Aziende Supporter e, soprattutto, giovani e giovanissimi che intendono approcciare l’affascinante mondo dell’imprenditorialità, trovano tutte le informazioni e indicazioni sul sito ufficiale www.we-do.academy

WeDo Academy nasce oggi ma si fonda sulla lunga e riconosciuta esperienza del prof. Daniele Manni, docente di informatica e imprenditorialità di lungo corso presso il “Galilei-Costa” di Lecce. Da oltre 15 anni, infatti, il docente italiano incentiva i propri studenti ad ideare, realizzare e condurre micro idee imprenditoriali innovative (startup) da lanciare sul mercato reale. Tra queste, ci piace ricordare la startup sociale “Mabasta” contro ogni forma di bullismo e cyberbullismo, l’azienda e-Commerce “Deghi” del giovane imprenditore Alberto Paglialunga e la startup sociale “ECOisti” con la mission di insegnare agli adulti il rispetto per l’ambiente.

La tecnica didattica del prof. Manni è denominata “LEARNING entrepreneurship BY DOING startups” (imparare l’imprenditorialità facendo startup) e negli ultimi anni ha ricevuto prestigiosi premi e riconoscimenti, anche internazionali, come il “Global Teacher Award 2020” in India e l’ “Innovation and Entrepreneurship Teaching Excellence Award 2020” in Gran Bretagna.