I Rotaract Club di Puglia e Basilicata attivi nei loro territori per gli obiettivi di sviluppo sostenibile

locandina conferenza

I Rotaract Club Bari, Bari Agorà e Matera terranno una conferenza nell’ambito del progetto Agenda 2030 “Rotaract for Sustainable Future”

BARI – L’incontro – programmato per la giornata di venerdì 18 ottobre, alle ore 20:30, a Bari, presso la segreteria del Rotary Club Bari Castello, in via Argiro n. 12 – è stato organizzato dai Rotaract Club Bari, Bari Agorà e Matera. Un interclub con la finalità di informare la cittadinanza sugli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals o, in forma abbreviata, SDG) riguardanti i diciassette obiettivi concordati dall’Organizzazione delle Nazioni Unite. Ebbene i Rotaract Club del Distretto di Puglia e Basilicata ne svilupperanno tre con l’ausilio di relatori esperti, a cui è stato affidato il compito di trattare le singole tematiche del progetto.

Il Rotaract Club Bari Agorà svilupperà l’obiettivo numero quattordici dell’Agenda 2030 “Vita sott’acqua” con l’Avv. Roberto Francesco Iannone (dottore di ricerca in diritto ed economia dell’ambiente presso l’Università degli Studi di Bari) che terrà la relazione dal titolo:“Le aree marine protette in Puglia. Il caso di Torre Guaceto”; mentre il Rotaract Club Bari con il Dott. Antonio Scotti (Cofondatore dell’Associazione Avanzi Popolo 2.0) si soffermerà sull’obiettivo numero dodici “Consumo e produzioni responsabili”.

L’intervento conclusivo è lasciato al Dott. Pietro Bitonti, relatore incaricato dal Rotaract Club Matera con il compito di argomentare e informare la cittadinanza sull’obiettivo numero otto dell’Agenda 2030 “Lavoro dignitoso e sviluppo economico”. Al riguardo la tematica tratterà il coinvolgimento dei giovani di San Mauro Forte e il rapporto con le Istituzioni.

Il service nazionale “Agenda 2030” portato avanti dai Rotaract Club italiani intende perseguire gli obiettivi generali di sviluppo sostenibile – sebbene mirino a raggiungere ciascuno dei target specifici – sono comunque strettamente collegati tra loro. Essi mirano a risolvere un’ampia gamma di problematiche riguardanti lo sviluppo economico e sociale, quali la povertà, la fame, la salute, l’istruzione, il cambiamento climatico, l’uguaglianza di genere, l’acqua, i servizi igienico-sanitari, l’energia, l’urbanizzazione, l’ambiente e l’uguaglianza sociale. Tutti uniti all’insegna del progetto finalizzato a “Trasformare il nostro Mondo con l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile”.