Giovanni Cacioppo e Valentina Persia a Capurso

24

Per la rassegna di cabaret e teatro comico “La Puglia che ride”, appuntamento il 16 e 17 luglio nel sagrato della Basilica della Madonna del Pozzo. Biglietti in vendita su Ciao Tickets

CAPURSO – Da Zelig a Colorado ha conquistato il pubblico con il suo modo inconfondibile di fare comicità. È Giovanni Cacioppo, comico, cabarettista, attore e conduttore televisivo siciliano che il 16 luglio (ore 21.15) arriverà a Capurso con lo spettacolo “Ho scagliato la prima pietra” per divertire il pubblico in una serata che promette di essere scoppiettante. E subito dopo di lui, il 17 luglio (ore 21.15), sullo stesso palco, allestito davanti all’iconico sagrato della Basilica della Madonna del Pozzo, con “Ma che te ridi?!” arriverà l’artista abruzzese Valentina Persia, la cui carriera è iniziata con “La sai l’ultima?” ed è proseguita poi con successi in tv e in teatro.

Il tutto per la quarta edizione della rassegna di cabaret e teatro comico “La Puglia che ride” a cura di Capurso Web Tv e dell’Associazione Promolab716 di Capurso, che anche quest’anno ha in programma un doppio appuntamento per il suo pubblico. Nata nel 2021, la rassegna ha segnato un momento importante della storia capursese e non solo. Nel suo nome sono racchiusi i due principi ispiratori: il desiderio di tornare a vivere momenti di spensieratezza, divertirsi e ridere dopo la pandemia, associando alla volontà di ridere anche il nome della Puglia, regione dal forte richiamo turistico per le bellezze territoriali e l’immenso patrimonio immateriale che offre.

“Fin dalla prima edizione la scelta degli artisti da ospitare è ricaduta volutamente su nomi di rilevanza nazionale. Sul nostro palco si sono esibiti artisti come Rimbamband, Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo con il loro celebre duo Toti & Tata; Teo Teocoli; Giorgio Panariello, Giovanni Vernia – spiega Ermanno Nitti, presidente di Promolab716. – Quest’anno la produzione intende dar seguito ad una nuova ed esilarante edizione del festival nel segno della continuità, continuando a dedicare serate di spensieratezza al pubblico fidelizzato che è la vera forza motrice di questo evento insieme ai numerosi partner che ci danno la possibilità di continuare a portare avanti il nostro progetto”.

ABBONAMENTI E BIGLIETTI:

I biglietti e gli abbonamenti sono acquistabili su Ciao Tickets all’indirizzo https://www.ciaotickets.com/promolab716 e in tutti i punti prevendita abituali del circuito.

A Capurso punto vendita accreditato Ciao Tickets è 101 Caffè in via Madonna del Pozzo, 172.

Posti numerati a scelta su pianta

Per info abbonamenti, biglietti e modalità di ingresso chiamare il +39 3883062048 o inviare una mail a promolab716@gmail.com.

ABBONAMENTO DUE SPETTACOLI

Poltronissima: 20,00€ + prevendita 3,00€

Poltrona: 15,00€ + prevendita 2,00€

Gradinata: 11,00€ + prevendita 1,00€

SINGOLO SPETTACOLO

Poltronissima: 13,50€ + prevendita 1,50€

Poltrona: 10,00€ + prevendita 1,00€

Gradinata: 7,00€ + prevendita 1,00€

SCHEDE SPETTACOLI

Valentina Persia – Ma che te ridi?!

Arrivata alla fatidica, ma bellissima età di cinquanta anni (a quaranta non si lamentava) Valentina tira le somme del vissuto con le dovute sottrazioni, divisioni e moltiplicazioni e partendo dal presupposto che in matematica non è mai stata un genio. Si ride, si balla, si canta, si riflette e perché no, ci si spoglia. “Hai visto mai che: se cinquanta mi dà tanto, mi sistemo e me ne vanto!”.

Un viaggio nei cinquant’anni del vissuto dell’artista, trenta dei quali trascorsi sul palcoscenico, che nonostante tutto non ha mai perso la voglia di ridere e far sorridere gli altri senza far mancare allo spettatore il richiamo del suo esordio televisivo e teatrale tra: imitazioni, barzellette, canzoni e momenti d’intimità.

Giovanni Cacioppo – Ho scagliato la prima pietra.

Ho scagliato la prima pietra vuole essere un’analisi di costume e di abitudini sociali inerenti alla nostra epoca, naturalmente trattati con chiave ironica.

Il titolo dello spettacolo non va inteso come il gesto di chi è senza peccato (anzi), ma di chi con questa azione vuole sensibilizzare, fare riflettere il pubblico ed innescare una reazione.

Si informa il pubblico su come mettere in atto piccole furbizie per evitare multe ai posti di blocco, come comportarsi al ristorante in tempi di crisi, cosa può capitare in una vacanza low cost ecc. ecc…

L’uso del web, dei social, la mancanza di lavoro, le aspettative di vita, la moda, gli usi ed i vizi della nostra epoca sono i binari sui quali stiamo viaggiando ed insieme cercheremo di capire dove ci stanno portando; con paradossi e sarcasmo si cerca di trovare il bandolo della matassa se quello che facciamo è giusto, è sbagliato o semplicemente è.