A Galatone la presentazione del libro ‘Frammenti di vita pendolare’ di Annantonia Margiotta

145

La presentazione si terrà sabato 14 gennaio 2017 alle ore 18

locandina margiottaGALATONE (LE) – Verrà presentato *sabato 14 gennaio 2017,* alle *ore 18*, presso *il Circolo Cittadino ‘Il Galateo’ di Galatone*, il *libro ‘Frammenti di vita pendolare’ di Annantonia Margiotta*. Il volume, *edito dalla *casa editrice leccese* Edizioni Città Futura*, racconta uno spaccato di vita quotidiana in cui molta gente si ritrova a viaggiare ogni giorno per motivi di lavoro, studio o altro.

La scrittrice mette nero su bianco tutto ciò che lei stessa ha potuto osservare e vivere direttamente da pendolare su quel treno che ogni mattina la porta dal Salento a Bari. Un’esperienza comune, dalla quale però nascono diverse situazioni come la battaglia contro i disagi ferroviari fatti di scioperi del personale, di grandi ritardi, di treni spesso poco curati nell’igiene e scomodi, di corse per accaparrarsi un posto libero e non rischiare di viaggiare in piedi.

Tante le diverse tipologie di pendolari che si possono incontrare su un treno, tra questi c’è chi ama conversare sui temi attuali e seri o su questioni personali, chi preferisce ridere e scherzare in maniera goliardica e chi si immerge nel mondo virtuale di tablet e smartphone o in libri e giornali. Nel saggio emergono soprattutto gli aspetti sociali della vita pendolare, ponendo risalto ai rapporti umani che ne possono nascere, amicizie che giorno dopo giorno crescono tra persone che condividono ore importanti della loro esistenza. Una vera e propria comunità di viaggiatori per i quali il treno diventa quasi una seconda casa e i compagni di viaggio si trasformano in individui la cui presenza aiuta a alleggerire la fatica di quel percorso a volte interminabile dopo una giornata di lavoro o studio.

Durante l’incontro interverranno il *Prof. Vincenzo Zara, Magnifico Rettore dell’Università del Salento*, il *Dott. Giuseppe D’Oria*, Presidente del Circolo Cittadino di Galatone*, l’editore Maurizio Meo* e l’autrice* Annatonia Margiotta*. Ingresso libero.